***videonotizia***SPETTACOLO AL PURIFICATO: TRA APRILIA E GIULIANOVA E’ 3-3


FC Aprilia – Giulianova 3-3

Fc Aprilia: Pellegrino, Gomes, Carta, Croce, Aquino, Pinna (16’s t Di Libero), Criaco, Cruciani, Ceccarelli, Calderini, Buonaiuto (16’s t Iovene). A disposizione: Bifulco, Stankovic,  Crialese, Salese, Longo. All: Vivarini.

Giulianova: Sorrentino, Del Grosso, Bruno, D’Aniello, Terrenzio, Zoppetti (34’st Cavasinni), Carbonaro, Bontà (14’s t Giustini), Morga, D’Alessandro, Picone. A disposizione: Merletti, Cavassini, Palandrani, Di Michele, Valori, Addazii. All: De Patre.

Arbitro: Juan Luca Sacchi di Macerata

Assistenti: Gianluca Mauro di Agropoli e Salvatore Petrone di Potenza

Marcatori: 5’pt Picone, 3’s t Morga, 9’s t Rig. Ceccarelli, 20’s t Iovene, 30’s t Giustini, 45’s t Aquino

Note: Amm: 46’s t Espulso Gomes per una gomitata. Recupero: 1pt e 3st.

Partita rocambolesca, divertente e piena di gol, allo stadio Purificato di Fondi, dove l’Aprilia ha pareggiato con il risultato roboante di 3 a 3 contro il Giulianova. Gara dai due volti sopratutto per la compagine pontina, che
durante la prima frazione non ha praticamente giocato. Troppa staticità e pochissimi movimenti hanno fatto registrare, forse il primo tempo più’ brutto disputato finora dal team laziale, che nella ripresa però, dopo aver incassato due gol, ha cominciato a macinare e sul campo di fatti si è rivisto il bel gioco espresso nelle ultime gare. Dopo la pausa è normale che non tutti siano al massimo della condizione e per esprimere il gioco che intende mister Vivarini bisogna essere al massimo sia fisicamente che mentalmente. Adesso comunque c’è tempo per mettersi al lavoro e continuare a far bene in questo campionato. Passiamo alla cronaca. Mentre il sole illumina la città, le due compagini appesantite dalle feste non riescono ad esprimersi al meglio.

Dopo 5 minuti però, gli ospiti passano in vantaggio. Picone servito da Morga, lascia partire un tiro potente dalla distanza, che batte Pellegrino e va ad insaccarsi in fondo al sacco. L’Aprilia diversamente dalle altre volte non riesce a reagire, tranne con Criaco qualche minuto più tardi, che dal limite dell’area di sinistro, sfiora la traversa e dà l’illusione del gol a tutti i presenti. Nei minuti restanti che ci separano dall’intervallo, non succede praticamente più nulla.

Nella ripresa invece i giallorossi dopo 3 giri di orologio, trovano subito il raddoppio con Morga, abile e fortunato a vincere un contrasto con Pinna e ad insaccare la sfera all’angolino, 0-2. Scossa dalla doppia rete subita l’Aprilia tira fuori orgoglio e gioco, e basta poco per rimette tutto in discussione. Al nono Ceccarelli viene atterrato in area di rigore, per l’arbitro non ci sono dubbi e decreta la massima punizione. Dal dischetto si presenta lo stesso Ceccarelli, che di potenza non sbaglia e accorcia le distanze. I padroni di casa cominciano a crederci e spingono forte sull’acceleratore fino al minuto 20, dove riescono a trovare l’incredibile pareggio. Calderini dall’out di sinistra fa partire un tiro-cross all’interno dell’area di rigore, dove Iovene (entrato da pochi minuti) è il più lesto e
veloce ad insaccare a rete e a siglare il 2 a 2. Esplode la gioia sul campo per i biancoazzurri, che adesso hanno la consapevolezza di poter vincere il match. Nel momento migliore però, arriva la terza rete per il Giulianova, con un tiro velleitario dalla distanza di Giustini, che complice un’evidente deviazione della retroguardia va a insaccarsi alle spalle dell’incolpevole Pellegrino. Quando tutto sembrava volgere al termine con questo risultato, al 45esimo su un cross di Gomes in mezzo al traffico di giocatori in area, Aquino svetta più alto di tutti e di testa sigla il rocambolesco e definitivo 3 a 3.

LE INTERVISTE

Mister Vincenzo Vivarini: “Riprendere dopo una lunga sosta non è facile per nessuno e non lo è stato neanche per noi. Dopo questo periodo di fatti, ci sono mancate un po’ di attenzioni nei particolari e nelle cose da fare sul terreno di gioco. Abbiamo giocato contro una grande squadra, perché a livello di individualità, il Giulianova è un’ottima compagine e quindi abbiamo subito  il loro gioco maggiormente nella primo tempo dove noi eravamo un po’ statici. Per noi il risultato di 3 a 3 per quanto visto sul campo ci può stare. Noi siamo abituati ad esprimere il gioco in una certa maniera, sotto l’aspetto sia della qualità che dell’intensità, che però oggi non abbiamo dimostrato del tutto. Nel secondo tempo dove siamo riusciti in gran parte ad avere il pallino del gioco in mano, la fase offensiva, le qualità e il possesso palla le abbiamo messe in mostra anche oggi. Nonostante questo però noi non dobbiamo essere assolutamente contenti della prestazione espressa. Dobbiamo continuare a lavorare come stiamo facendo, cercando di proseguire su questa strada che ci ha portato a ridosso della zona play off “.

Mister Tiziano De Patre : “Avevamo la partita in mano e non siamo riusciti a chiuderla, facendoci raggiungere proprio all’ultimo minuto. Abbiamo disputato un’ottima prestazione, ma dovevamo gestire meglio la gara quando eravamo in vantaggio di 2 a 0. Potevamo e dovevamo essere più cattivi, ma tutto sommato questo pareggio può andarci bene, perché a mio avviso l’Aprilia è una delle 6 squadre più forti del nostro girone e non a caso occupa questa posizione, pur non avendo ancora mai giocato in casa ad Aprilia”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social