A PONTINIA LA SECONDA SELEZIONE DI PICCOLE STELLE CANTANO PRO UNICEF

Gabriele Villa ospite alla seconda selezione e anche giurato, del concorso canoro  Piccole Stelle Cantano a sostegno del progetto “Vogliamo Zero” contro la mortalità infantile nel mondo nel ristorante, dancing il Topazio a Pontinia.

Il concorso aperto ai bambini dai 4 ai 16 anni con una categoria “Gruppo Vocalist” di tutto il mondo. Giovanna Marchetti e Luca Ghidoni presentatori della selezione,  hanno condotto con disinvoltura  la selezione che come la prima e tutte le altre tappe sono oggetto di una trasmissione televisiva che andranno in onda sulle reti di SL48 e Teleobbiettivo e sul sito internet “piccolestellecantano.it”. I piccoli partecipanti Giorgia Stella, Giada Bernardini, Ludovica Battisti, Camilla La Starza, Sara Amicucci, Lorenzo Raponi, Franco Cherubino, Veronica Raso, Naomi Barone,Arianna Bonanni, Naomi Fusco hanno dato prova di sicurezza e preparazione al canto.

La giuria oltre ad avere persone qualificate come Filippo Gaviglia compositore e cantante dell’orchestra Cipriani, anche Alessandro Di Lenola compositore e musicista. A fare gli onori di casa e promuovere il momento Unicef “Vogliamo Zero” contro la mortalità infantile nel mondo è stato Loris Ghidoni patron del concorso. La parte musicale è stata garantita dall’esperienza di Riccardo, mentre Susanna Principe con la sua infinita pazienza e professionalità dietro le quinte ha aiutato i piccoli concorrenti a salire sul palco con serenità e ottimismo oltre a curarere tutto il lavoro di contatti con i tutori dei banbini e gli ospiti della trasmissione. La serata anche grazie alla ottima cena del Topazio di Pontinia è trascorsa con tante emozioni fino ad arrivare alla proclamazione dei vincitori che sono: per la seconda categoria da 7 a 9 anni Giorgia Stella, per la terza categoria dai 10 a 12 anni, Lorenzo Raponi, per la quarta categoria da 13 a 16 anni, Arianna Bonanni, che passano di diritta alla finalissima che si svolgerà a giugno del 2012 in piazza del Popolo a Latina.

Piccole Stelle Cantano sta diventando un’ottima vetrina e possibilità per fare esperienza e intraprendere una carriera artistica ma lo scopo fondamentale e primario del concorso è quello di aggregare e condividere gioie, emozioni e delusioni che inevitabilmente accadono in un concorso, perché lo spirito dell’UNICEF che tutto unisce e sostiene i meno fortunati, deve essere la musica che avvolge tutte le persone che partecipano al concorso e non solo i bambini concorrenti ma anche i genitori, parenti e gli amici. Il concorso è un mezzo per stare assieme evolverci nel cuore e non di creare una competizione sterile di condivisione solo per apparire e sentirsi protagonisti in assoluto.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social