DOMANI L’ANDREOLI ATTENDE I CAMPIONI DEL MONDO DI TRENTO

Ancora un turno infrasettimanale per la Serie A1 Sustenium con la disputa giovedì 5 gennaio dell’ultima giornata del girone di andata. L’Andreoli ospita al PalaBianchini la corazzata Itas Diatec, la squadra che negli ultimi tre anni sta dominando in campo mondiale e continentale con la conquista dei trofei più ambiti. Trento è in testa alla classifica ma per laurearsi campione d’inverno dovrà vincere dato che Macerata la pedina a due punti di distanza. Un primo posto che significherebbe essere testa di serie numero uno nel tabellone della Coppa Italia. La formazione trentina quest’anno ha già vinto i due trofei messi in palio: la supercoppa a Cagliari contro Cuneo e il Mondiale di Doha per la terza volta consecutiva. È ancora in corsa per tre obiettivi importanti: la Coppa Italia, lo Scudetto e soprattutto la Champions di cui è detentore da tre anni. Una formazione che quest’anno su 22 gare giocate ne ha perse solo due (in campionato con Macerata e in champions con i polacchi del Kedzierzyn Kozle. È allenata dal bulgaro Radostin Stoytchev coadiuvato da Roberto Serniotti (cresciuto da Prandi dove ha fatto il vice a Cuneo per sei stagioni dal 93 al 99 prima di aver vinto la Champions con il Tours nel 2005 e la Coppa Cev a Roma nel 2008 da primo allenatore). Ha la possibilità di scegliere tra il brasiliano Raphael e il polacco Zygadlo per la regia e tra il ceco Stokr e il bulgaro Sokolov come opposto, i centrali sono Birarelli e Djuric, schiacciatori Juantorena e Kaziyski, libero Bari. Proviene da otto successi di fila e non ha ancora mai perso in trasferta lasciando solo un punto a Piacenza nella seconda giornata.

Ma i precedenti non sono a senso unico, dei 18 incontri Latina ne ha vinti sei e il bilancio nel Lazio è di 4-5.

Nessun ex in campo mentre Silvano Prandi ha allenato l’Itas dal 2003 a marzo 2005.

Discorso diverso per l’Andreoli Latina che per entrare in Coppa Italia deve recuperare due punti a Belluno che attende Ravenna. Ma soprattutto deve riscattare le tre battute d’arresto consecutive a Modena, con Padova e a Ravenna ritrovando il gioco di inizio campionato. Nella trasferta a Ravenna, Silvano Prandi ha schierato Sottile in regia e Jarosz opposto, Cester e Hardy-Dessources al centro quest’ultimo sostituito da Gitto al terzo set, Roca e Rivera (Fragkos dal terzo set) di banda e De Pandis libero. Ci sarà con la maglia numero 14 il nuovo acquisto Andrii Diachkov.

Radiocronaca integrale su Radio Antenne Erreci (anche sul web www.radioantenne.it) a cura di Gabriele Viscomi, mentre Lazio TV Sport trasmetterà la gara venerdì alle 23 circa con varie repliche durante la settimana con la telecronaca di Roberto Italiano.

Daniele De Pandis: “E’ una gara che arriva in un momento delicato per noi dove dobbiamo ritrovare il ritmo partita e la serenità che ci è mancata nelle ultime gare. Cercheremo di fare la nostra gara e cercare di strappare qualche punto a Trento sperando che vengano a Latina tranquilli e pensando alle feste ancora non terminate”.

Josè Manuel Rivera: “Dobbiamo pensare solo a giocare bene e riprendere il livello che stavamo giocando ad inizio campionato. Importante è giocare con convinzione questa partita e pensare che è una gara come le altre dove si può vincere. Di sicuro entreremo in campo con uno spirito diverso dalle ultime due gare”.

Radostin Stoytchev: “Dopo le festività natalizie capita spesso che arrivino risultati a sorpresa e noi vogliamo evitare di essere quella negativa di questa ultima giornata d’andata. Quello con l’Andreoli è un impegno che abbiamo preparato con la massima attenzione, tenendo conto anche che Latina rispetto al recente passato ha cambiato il proprio assetto e darà il massimo per concludere bene la prima fase di campionato. Ci attende quindi una gara sicuramente difficile”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social