IL 4 GENNAIO VA’ IN SCENA “LA BUONA NOVELLA”

Una nuova iniziativa va ad aggiungersi al già ricco programma del “Natale Fondano 2011”. Ne dà notizia l’Assessore alle Politiche giovanili Onorato De Santis, invitando la cittadinanza ad assistere al concerto dal titolo “La Buona Novella”, che già nel titolo è un dichiarato omaggio al quarto album di Fabrizio De Andrè.
Lo spettacolo video-musicale andrà in scena ad ingresso gratuito Mercoledì 4 Gennaio p.v. alle ore 21.00 presso l’Auditorium comunale di San Domenico.
Ad esibirsi sarà la band “Le storie di ieri” – composta da Lucio Capotosto (pianoforte), Luca Ceccarelli (chitarra, bouzouki, voce), Roberto Lucenti (basso), Armando Noce (sax), Giulio Noce (fisarmonica), Silvio Valente (batteria) – che nei mesi di Gennaio e Luglio dello scorso anno ha riscosso sempre a Fondi considerevoli apprezzamenti per analoghi tributi musicali al cantautore genovese.
Nel 1970, in piena rivolta studentesca, De André scrisse e musicò “La Buona Novella” in cui raccontava la vita del più grande rivoluzionario della storia: Gesù di Nazareth. Ne emerse un ritratto al tempo stesso molto umano e molto ribelle, che prendeva spunto dai Vangeli apocrifi. Così dichiarò lo stesso De Andrè: «Perché riproporre La Buona Novella? Perché, per i tempi in cui è stata scritta, si è trattato di un discorso, a parer mio, rivoluzionario… Ma cosa andava predicando Gesù di Nazareth se non l’abolizione delle classi sociali, dell’autoritarismo, in nome di un egualitarismo e di una fratellanza universali?».
Il linguaggio musicale scelto dall’autore è quello dolente della ballata, con una pacatezza che trasmette un senso di rassegnazione, e nello stesso tempo lascia risaltare per contrasto la potenza corrosiva dei versi, da cui emergono una dichiarata elegia degli umili ed una critica sferzante ed aspra degli abusi del potere.
Nel corso del concerto saranno proiettate su un maxischermo sequenze evocative della vita di Gesù di Nazareth. Seguendo le caratteristiche dei Vangeli apocrifi, nei video la narrazione della Buona Novella rileva l’aspetto più umano e meno spirituale assunto da alcune tradizionali figure bibliche e presta maggiore attenzione a figure minori del Libro Sacro, che qui invece diventano protagonisti.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]