UNA NOTTE AI MUSEI. 4a EDIZIONE SI APRE CON IL CONCERTO DI SPARAGNA E SERVILLO

La quarta edizione di Una notte ai Musei, organizzata dal Comune di Gaeta, si arricchisce di un grande evento musicale che aprirà la sera del 26 dicembre per una manifestazione che, già nelle precedenti edizioni, ha suscitato notevole interesse ed una grande partecipazione, soprattutto tra i giovani.

“Alle 21 ci sarà il concerto di due big della canzone popolare e colta italiana quali Ambrogio Sparagna e Peppe Servillo, storica voce degli Avion Travel, dal titolo Fermarono i cieli. I due musicisti interpreteranno a modo loro i canti natalizi del celebre Alfonso Maria de Liguori, vescovo cattolico e compositore di molti dei motivi natalizi più conosciuti. Particolare interessante è che fu proclamato Dottore della Chiesa nel 1871 da Papa Pio IX, il quale si rifugiò a Gaeta dal novembre 1848 all’aprile 1850, e che si soffermava spesso a pregare nella Cappelletta d’Oro e nella Chiesa dell’Annunziata, dove appunto si svolgerà questo concerto – spiega l’Assessore alla Cultura Salvatore Di Ciaccio – Tra l’altro, in previsione del grande afflusso di persone, abbiamo previsto l’installazione di un maxischermo sul sagrato della Chiesa per consentire a tutti la possibilità di assistere al concerto”.

Insieme ad Ambrogio Sparagna (voce, organetto e zampogna) e Peppe Servillo (voce) suoneranno Marco Tomassi (zampogna gigante ed organo), Erasmo Treglia (ciaramella, ghironda e violino). Il gruppo vocale è composto da Anna Rita Colaianni, Arianna Rumiz, Susanna Ruffini, Claudia Scalmana.

“Dalle ore 22 sarà possibile visitare i siti culturali aperti per l’occasione fino alle 2. Oltre ovviamente alla Chiesa dell’Annunziata ed alla Cappelletta d’Oro. Innanzitutto il Museo del Centro Storico Culturale «Gaeta» che ha in corso due mostre: Gaeta 1860-61 l’assedio che unificò l’Italia, e La Natività, immagini dalla pittura dei grandi maestri dal XIV al XVIII secolo – prosegue Di Ciaccio – Saranno inoltre aperti il Museo Diocesano ed il Succorpo della Cattedrale, e la Pinacoteca Comunale d’Arte Contemporanea dove sono esposte, tra l’altro, alcune opere di grandi artisti del Novecento come Hartung, Kijno e Magnelli”.

“Abbiamo ideato Una notte ai Musei, un evento molto seguito, non solo per valorizzare i siti culturali in orari non convenzionali, ma anche per favorire una sinergia ed integrazione tra luoghi d’arte e cultura con i circuiti dell’intrattenimento che potrebbe aumentare il loro potere d’attrazione. Si tratta di tendenze ormai sempre più consolidate che se applicate anche nei nostri musei e siti, con oculatezza e piglio imprenditoriale, potrebbero rappresentare una fruizione alternativa del nostro patrimonio storico-culturale ed architettonico ed un indotto economico e occupazionale di buona qualità complessiva – aggiunge l’Assessore – Infine, una curiosità: anche il Parco Riviera di Ulisse partecipa all’evento, ma non si sa bene per fare cosa. Comunque, è strano che faccia eventi senza coinvolgere il Comune, un comportamento che denota poco rispetto istituzionale, non disdegnando però di insinuarsi negli eventi del Comune stesso. Evidentemente ne riconosce la bontà”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]