SERAPO VOLLEY GAETA SCONFITTA 3-1 DALL’ALMA MATER CASANDRINO

*Lorenzo Ollari*

La Serapo Volley Gaeta chiude il 2011 con la quarta sconfitta interna (la settima stagionale) cedendo per 3-1 in due ore di gioco all’Alma Mater Casandrino e rimanendo fanalino di coda del girone C ancora a secco di punti. Una battuta d’arresto che lascia un pizzico di rammarico per la compagine biancazzurra, che dopo un primo set vinto in scioltezza e con merito (25-15), ha pagato a caro prezzo l’infortunio del suo opposto Di Florio (che era stato tra i migliori in campo con 8 punti e il 64% in attacco) e che in pratica ha cambiato l’inerzia del match.

Il coach Tony Bove sceglie il sestetto iniziale composto dal libero Di Nucci, la diagonale Di Florio-Pazzoni, il centrale Durante (che si rivelerà il top scorer dei suoi con 16 punti e il 58% in attacco) e gli schiacciatori Andriano e Ranieri Tenti. Partenza frizzante della Serapo che va subito sul 4-1 e chiude al primo time out tecnico in vantaggio sull’8-5. Sale in cattedra il centrale Durante, che con una serie di fast grazie alla regia di Pazzoni allunga sul +5 (16-11). Entra in scena anche Di Florio che con delle schiacciate poderose porta i suoi sul 22-14. Il punto in battuta di Pazzoni, il muro di Durante e l’errore di Giancarli sempre in battuta consegnano il set nella mani dei gaetani.

Nel secondo parziale partenza a razzo della Serapo, ma dopo una schiacciata vincente di Di Florio, proprio il numero 2 biancazzurro ricadendo male sul parquet si procura una forte distorsione alla caviglia che lo constringe a lasciare il campo tra gli applausi del pubblico locale. Il tecnico Bove inserisce allora Ollari nel ruolo di opposto. La partita procede a strappi, con la Serapo che accusa il colpo e permette il recupero del Casandrino che va avanti prima sul 16-13 e poi sul 21-14 con l’opposto Dal Molin (24 punti). La Serapo però non ci sta e rientra sul -2 (22-20) con il tocco d’esperienza di Pazzoni, ma sono Dal Molin e lo schiacciatore Mari a chiudere sul 25-22.

Nel terzo set partono meglio i gaetani che vanno prima sull’ 8-5 e poi sul 16-14 grazie al diagonale vincente di Ranieri Tenti. Il match è avvincente e si procede punto a punto (20-20). Ma il Casandrino si dimostra più freddo e incisivo grazie allo schiacciatore Minenna e approfitta degli errori di disattenzione dei gaetani chiudendo sul 25-21.

Nel quarto parziale partenza sprint dei napoletani che si portano prima sul 4-0 e poi sull’8-4 al primo time out tecnico. La Serapo non c’è più e l’asse Bajdak-Dal Molin si rivela letale portandosi sul 20-13. Il gaetano Andriano con una serie di potenti battute in salto tenta di portare sotto i suoi, ma alla fine sbaglia l’ultima battuta che consegna il set e la partita nelle mani dei partenopei di Michele Romano.

“Abbiamo giocato un primo set bellissimo, con percentuali molto alte – afferma lo schiacciatore Lorenzo Ollari – Purtroppo, però, l’infortunio del nostro opposto Di Florio ha condizionato pesantemente l’incontro. Peccato, perché il match era alla nostra portata e volevamo chiudere il 2011 con un successo davanti ai nostri tifosi”.

SERAPO VOLLEY GAETA: Di Florio 8, Di Nucci L (82 % pos), Campanini 4, Ranieri Tenti 11, Andriano 12, Di Gabriele 1, Miscione 5, Pazzoni 5, Ollari 7, Durante 16, Giglio, De Meo (L) ne. All. Tony Bove. Assistente Stefano Beltrame.

ALMAMATER CASANDRINO: Flaminio (L 61% pos), Beccaro 2, Bajdak 9, Silvestre ne, Dal Molin 24, Giancarli 1, Aversano ne, Minenna 14, Benaglia 9, Picillo, Mari 12, Pepe ne. All. Michele Romano. Assistente Pino Palma

ARBITRI: Maurizio Merli e Fabio Toni di Terni

PARZIALI: 25-15 (24’), 22-25 (32’), 21-25 (32’), 21-25 (31’)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social