***video***OPERAZIONE TAHITI: FIAMME GIALLE IN AZIONE TRA FONDI E FORMIA CONTRO IL CLAN MALLARDO

***video***OPERAZIONE TAHITI: FIAMME GIALLE IN AZIONE TRA FONDI E FORMIA CONTRO IL CLAN MALLARDO


AGGIORNAMENTO – Nelle prime ore di questa mattina i finanzieri del Comando Provinciale di Roma hanno arrestato tre imprenditori di Formia ritenuti contigui al clan camorristico Mallardo e sequestrato beni per un valore di circa 50 milioni di euro.

L’operazione, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli e condotta dai militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Roma, ha avuto come obiettivo il clan camorristico dei Mallardo, egemone nell’area di Giugliano in Campania e con importanti propaggini nel basso Lazio.

Le indagini delegate al G.I.C.O. della Guardia di Finanza di Roma, hanno permesso di accertare come in provincia di Latina si sia da tempo radicato un gruppo criminale, facente capo ai fratelli Giuliano, Michele e Luigi Ascione, intraneo al clan Mallardo e dedito all’organizzazione ed allo sviluppo di attività imprenditoriali nel settore edilizio-immobiliare e del commercio di autovetture, attraverso le quali il clan di Giugliano ha reimpiegato notevoli disponibilità finanziarie di origine illecita.

L’operazione, denominata dagli investigatori “Tahiti” dal nome dello stabilimento balneare di Fondi presso il quale si incontravano alcuni sodali del clan, costituisce l’ennesimo intervento portato a termine nei confronti del clan Mallardo.

Nell’ultimo anno e mezzo, sono state svolte varie operazioni che hanno condottoa numerosi arresti e sequestri di beni (operazioni “Arcobaleno”, “Caffè Macchiato” ed “Aquila Reale”, quest’ultima portata a termine proprio lo scorso mese di ottobre).

Grazie a tali operazioni, basate anche sul riscontro delle dichiarazioni di collaboratori di giustizia, che in passato hanno ricoperto ruoli di primissimo piano nelle principali consorterie camorristiche campane, oltre che su intercettazioni telefoniche ed estesi accertamenti bancari e patrimoniali, si è fatta luce sulla complessa gestione degli affari illeciti dei Mallardo, nei cui confronti sono stati nel tempo sequestrati beni per un valore stimato in oltre 1 miliardo e 300 milioni di euro.

In particolare, nell’ultimo periodo l’attenzione investigativa si è concentrata sulla famiglia Dell’Aquila, potentissimo braccio criminale ed economico del clan Mallardo, capeggiata da Giuseppe Dell’Aquila – detto “Peppe ‘o Ciuccio” – arrestato lo scorso anno dopo un lungo periodo di latitanza.

Seguendo gli investimenti illeciti realizzati dai Dell’Aquila nel basso Lazio, si è giunti ad individuare i fratelli ASCIONE, quali reinvestitori nell’economia legale del sud-pontino di ingenti capitali frutto delle attività illecite del clan giuglianese, utilizzando fiorenti imprese operanti nel campo edilizio-immobiliare e nel settore del commercio di autoveicoli.

Quest’ultimo business del gruppo Ascione è passato anche al vaglio della Guardia di Finanza di Formia che, attraverso approfonditi accertamenti bancari, ha accertato come nel periodo 2002/2005 gli Ascione abbiano fatto transitare su conti bancari loro riconducibili somme superiori a 18 milioni di euro, ponendo anche in essere attività truffaldine a danno di alcune compagnie assicuratrici mediante richieste di risarcimento danni per sinistri mai verificatisi.

I provvedimenti cautelari eseguiti questa mattina prevedono la custodia cautelare in carcere nei confronti di Giuliano, Michele e Luigi Ascione per i reati di associazione a delinquere di stampo camorristico e di intestazione fittizia di beni aggravata dalle modalità mafiose, nonché il sequestro preventivo dei seguenti beni:

–    nr. 84 immobili (38 terreni e 46 fabbricati), ubicati in provincia di Latina, Napoli e Cosenza;
–    nr. 6 aziende, con sede nelle provincie di Napoli e Latina, operanti nel settore del commercio di autoveicoli e nel settore edilizio-immobiliare;
–    quote societarie di un operatore economico operante nel settore della gestione di stabilimenti balneari;
–    nr. 15 auto e motoveicoli;
–    nr. 32 rapporti finanziari il cui saldo complessivo è ancora in fase di quantificazione.

per un importo totale di circa 50.400.000 euro.

È altresì in corso il sequestro probatorio di ulteriori 114 conti bancari riconducibili agli indagati.

DALL’OPERAZIONE ARCOBALENO All’OPERAZIONE TAHITI

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO — Operazione “Arcobaleno” — Smantellata  organizzazione operante nel Lazio — 23 marzo 2010 -)

mallardo IL PDF OPERAZIONE ARCOBALENO — RICHIESTA PER L’APPLICAZIONE DI MISURE CAUTELARI E CONTESTUALE RICHIESTA DI SEQUESTRO PREVENTIVO

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO — “Operazione Arcobaleno” — La Polizia sequestra armi e denaro — 24 marzo 2010 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Primi clamorosi sviluppi dell’operazione “Arcobaleno” — 29 marzo 2010 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO e articolo operazione “Sud Pontino” – 10 maggio 2010 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO — Arresti della Dia a Fondi, parla il sindaco De Meo — 10 maggio 2010)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Articolo, gli indagati dell’operazione “Sud pontino” dal gup – 11 aprile -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Articolo, i casalesi favorivano i prodotti agricoli di “cosa nostra” – 12 aprile -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Operazione “Sud pontino”, salta la prima udienza – 17 aprile -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Operazione “Sud Pontino”, D’Alterio subito a giudizio – 23 aprile -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Processo “Sud pontino” per i D’Alterio di Fondi, il custode giudiziario:”ora le aziende vanno bene” — 23 aprile -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO — Operazione Sfregio, il Gico sequestra beni per 600 milioni di euro al clan Mallardo — 10 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO — Nuovo colpo al Clan Mallardo, preso Giuseppe Dell’Aquila detto “Peppe o ciuccio” — 25 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (MOF  parte civile al processo “Sud Pontino” — 14 giugno -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Operazione Arcobaleno, beni dissequestrati a Maisto e Pirozzi – 10 luglio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Operazione Aquila Reale, sequestri a Fondi ed in Campania – 27 ottobre -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Operazione “Aquila Reale”, “Il clan aveva esteso le sue attività nel Basso Lazio — 28 ottobre -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Fondi: Melissa D’Alterio rimessa in libertà — 5 novembre -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Mafia e Camorra nel Basso Lazio attraverso il Mof di Fondi: manette per il fratello di Riina e il figlio di “Sandokan” Schiavone – 15 novembre -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Operazione Golfo. Duro colpo al clan dei casalesi – 24 novembre -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Il sindaco Forte sulle infiltrazioni mafiose: “Condivido l’analisi del Questore di Latina – 25 novembre -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO –  Operazione Golfo. Il prefetto D’Acunto: “Una bella operazione” – 26 novembre -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Operazione “Golfo”, Bardellino resta in silenzio davanti al Gip – 28 novembre -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, Operazione “Golfo”: le difese studiano le strategie: nessun accenno in consiglio comunale – 29 novembre -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, Operazione “Golfo”: la Rete dei Valori invita Confcommercio a darsi un codice etico – 2 dicembre -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Formia, Operazione Golfo: parla il presidente dell’Ascom Gianni Gargano – 3 dicembre -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Formia. operazione golfo il presidente ascom Gianni Gargano si difende e ribatte – 5 dicembre 2011-)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Operazione Golfo: tornano in libertà cinque degli arrestati – 13 dicembre -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social