ANDREOLI LATINA: MACERATA SI PORTA A CASA L’INTERA POSTA IN PALIO

Andreoli Latina-Lube Banca Marche Macerata 0-3 (18-25, 21-25, 22-25)

Andreoli Latina: Gitto 6, Sottile, Rivera 6, Hardy-Dessources 8, Troy 4, Roca 12; De Pandis (L), Fragkos 8, Jarosz 3 n.e. Guemart, Cester, Tailli (L), Galabinov. All. Prandi

Lube Banca Marche Macerata: Parodi 9, Stankovic 6, Omrcen 16, Kovar 10, Podrascanin 11, Travica 3; Exiga (L), Lampariello, Pajenk 2. N.e: Savani, Monopoli, van Walle. All. Giuliani

Arbitri: Padoan, Bartolini

Note. Spettatori 1332 per un incasso di 6235 euro

Durata set 23‘, 24‘, 28‘. Tot. 1h15

Andreoli Latina: Battute vincenti 2, sbagliate 14, muri 3, errori 18, attacco 56%.
Macerata: bv 5, bs 12, m 7, e 13, a 69%.

MVP: Omrcen

La Lube esce dal PalaBianchini con tre punti conquistati in una gara che li ha visti sempre padroni del campo. Solo nel terzo set la formazione di Prandi è riuscita a dar filo da torcere, giocando punto a punti, agli ospiti. Macerata forza il servizio (4 ace) e manda in difficoltà Latina il primo allungo sul 10-15 per la chiusura del set sul 18-25. I marchigiani partono bene anche nel secondo set (4-10), Prandi manda in campo prima Fragkos e poi Jarosz ma i locali non riescono a colmare il gap e il set si chiude sul 21-25. Terzo set molto più equilibrato con Latina che si è trovata due volta avanti (8-7 e poi sul 21-20) ma non è riuscita a far suo il parziale.

Silvano Prandi propone Sottile in regia e Jarosz opposto, Hardy-Dessources e Gitto centrali, Roca e Rivera schiacciatori e De Pandis libero. Alberto Giuliani risponde con Travica al palleggio e Omrcen opposto, Podrascanin e Stankovic al centro, Kovar e Parodi di banda, Exiga libero.

La gara si apre con un ace di Parodi (0-1) , errore di Rivera (1-3), muro di Roca (3-3) e muro di Travica per il 3-5. Muro ad uno di Rivera (8-8), Kovar e ace di Parodi (8-11), errore di Troy, 10-14 e Prandi chiede tempo. Si riprende con un ace di Omrcen (10-15) e dopo il tempo tecnico un ace di Kovar (11-16), muro di Gitto (14-18), errore di Rivera e muro di Stankovic (21-14) e i pontini fermano il gioco. KOvar di prima intenzione mette a terra il 16-24, pipe di Roca (18-24) e il set si chiude con Omrcen sul 18-25.

Secondo set con sestetti invariati, gli ospiti iniziano con un ace di Stankovic, un muro di Kovar (0-3) e Podrascanin (2-6). Muro di Parodi (4-9), dentro Jarosz, muro di Podrascanin (4-10) e Prandi chiede timeout. Difesa di De Pandis e contrattacco di Roca (8-12), ace di Roca (12-15). Omrcen (12-17), dentro Fragkos, ancora Omrcen (12-18), Hardy-Dessources (15-19), ace di Jarosz (19-22) il set si chiude con una pipe di Kovar sul 21-25.

Terzo set con i sestetti che hanno chiuso il precedente. Podrascanin (3-4), azione spettacolare con più opportunità di contrattacco per entrambe le squadre chiusa da Hardy-Dessources (5-4), errore di Fragkos (6-7) e contrattacco di Roca per l’8-7 del tempo tecnico. Dentro Pajenk per Stankovic, muro di Travica-Pajenk sul 18-19 e Latina ferma il gioco. Si riprende con Omrcen (18-20), errore Parodi (20-20), mezzo ace di Sottile che Hardy-Dessources finalizza con il 21-20 e Giuliani per la prima volta è costretto a chiamare tempo. Pajenk chiude un lungo scambio dopo una difesa spettacolare di Exiga, 21-22 e i pontini chiedono timeout. Si riprende con un muro di Parodi (21-23) la gara si chiude con Omrcen sul 22-25.

Silvano Prandi: “Ora dobbiamo sperare di riprendere un ritmo migliore. Bisogna crescere, migliorare subito specialmente di testa perché in due giorno a livello tecnico non c’è il tempo di lavorare sugli errori”.

Alberto Giuliani: “Era una gara difficile per tanti motivi che si possono immaginare, ma c’è stato uno splendido atteggiamento dei ragazzi. Voglio spendere una parola di merito per Travica che ha disputato la migliore partita con questa maglia. Tre punti importanti perché Latina ha dimostrato di avere una rosa di alto livello anche nella panchina. Ora abbiamo Monza e potremmo contare di due allenamenti in più”.

Alain Roca: “Abbiamo iniziato la partita troppo tesi, e abbiamo fatto fatica nel cambio palla. Nel terzo set le coso sono andate meglio ma ci è mancato il ritmo. Loro hanno avuto un cambio palla con percentuali altissime. Domenica sarà una partita importantissima dove dobbiamo fare tre punti”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social