MONTE SAN BIAGIO, IN CONSIGLIO COMUNALE: M.S.BIAGIO, FONDI E ITRI UNITI PER UN’AZIONE COMUNE A FAVORE DEI TRE SCALI FS

“Intervenire subito e con un impegno che ci veda collegati con gli amministratori di Fondi e di Itri per ottenere prima e meglio quello che chiediamo a favore dell’utenza ferroviaria”. E’ Giuseppe Pascale, presidente del consiglio comunale di Monte San Biagio, a sollecitare un’azione comune degli amministratori dei tre comuni, le cui stazioni ferroviarie, se cosi si possono ancora chiamare, versano in condizioni pietose.

“Non funziona l’ascensore per disabili, gli spazi destinati agli utenti sono tremendamente lasciati abbandonati. Non parliamo, poi dei bagni. Abbiamo dati e segnalazioni identiche anche da Fondi, per quanto riguarda l’inefficienza delle strutture, quali ascensore per disabili, bagni, spazi per parcheggi, e da Itri, dove, tra l’altro, la sala attesa viene addirittura utilizzata da barboni e persone dedite all’assunzione di droghe varie. Poichè le tre stazioni stanno sullo stesso segmento della tratta Roma-Formia, che non è una linea coosiddetta secondaria, e sono successive l’una all’altra, sarebbe più che opportuno un’azione comune degli amministratrori dei tre centri nei confronti di RTI (rete trenitalia) affinchè l’ente intervenga urgentemente e sollecitamente. Tra l’altro, vogliamo ricordare che specie Itri e Monte San Biagio sono diventate stazioni che servono passeggeri non del solo paese, ma del comprensorio: Itri, Campodimele, Gaeta e parte di Formia, per la prima. Monte San Biagio, Lenola, Vallecorsa, Terracina e molti fondani, per via del parcheggio, la seconda”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social