CORI, LA FABBRICA DEGLI ANTICHI MESTIERI

L’Officina dell’Arte di Cori è pronta a diventare anche la Fabbrica dei Mestieri, con l’apporto delle nuove generazioni e il potenziamento delle realtà giovanili sul territorio. Il progetto, predisposto dall’Amministrazione comunale di Cori, finanziato dalla Regione in compartecipazione con lo Stato, e condiviso con i Comuni limitrofi e le cinque Associazioni del Condominio dell’Arte che gestisce l’Officina, consentirà pure la rivalutazione di mestieri c.d. “scomparsi” che si configurano come artigianato di nicchia e artistico.

A breve, infatti, partiranno i laboratori di artigianato, alcuni riguardanti antichi mestieri di una volta, basati sulla lavorazione manuale di materiali semplici, la cui finalità è anche quella di recuperare una parte importante della memoria storica di questa comunità, e se possibile rilanciarla attraverso un’adeguata promozione.

L’Officina dell’Arte di Cori vedrà inoltre il coinvolgimento di circa 2000 giovani, tra i 14 ed i 35 anni che potranno in questo modo riscoprire competenze sopite, attraverso le quali valorizzare talenti individuali.
È quanto emerso dal convegno di venerdì mattina presso la Sala Conferenze del Museo della Città e del Territorio di Cori.

Per la Regione Lazio erano presenti il responsabile dell’Assessorato regionale all’Istruzione e Politiche giovanili Bruno Creo e il direttore regionale Rosanna Bellotti. L’Amministrazione comunale era rappresentata dal sindaco Tommaso Conti, dall’assessora alle Politiche Sociali Antonella Milanini, la delegata alle Politiche Giovanili Chiara Cochi. Per il Condominio dell’Arte c’erano Alessandro Clementoni, dell’associazione Arte in Corso, capofila per la gestione; Loretta Della Vecchia, dell’associazione Danza Matisse; Tommaso Ducci e Roberta Trifelli, della associazioni Festival della Collina e Tres Lusores.

Sono questi i soggetti che hanno il compito di sviluppare le attività dell’Officina e creare una rete sul territorio nel campo delle arti per permetterne uno sviluppo produttivo e in grado di creare occupazione.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social