L’AZIENDA CORESE DI MARCO CARPINETI TRA I TOP AL MERANO WINEFESTIVAL

L’Azienda Agricola Marco Carpineti tra le 50 migliori aziende Bio d’Italia al 20° Merano Wine Festival, una delle maggiori e più rinomate manifestazioni dedicate al vino. Da Cori a Merano a celebrare “il vino poesia della terra”, così lo slogan dell’evento che, giunto alla sua 20ima edizione, si è svolto qualche giorno fa nelle eleganti sale del maestoso Kuhrhaus. Venti anni dedicati a selezionare, scoprire e mettere in luce solo il meglio della produzione enologica italiana e mondiale. E tra i selezionati l’azienda corese Carpineti, invitata a partecipare alla giornata di apertura del Festival, interamente dedicata ai vini biologici, biodinamici e naturali. Ad inaugurare il 20° MWF è stata infatti la sezione Bio&dynamica, nell’ambito della quale solo 50 aziende vitivinicole italiane e internazionali, rigorosamente selezionate, certificate biologiche e/o biodinamiche, hanno potuto proporre in degustazione i loro vini.

Un anno particolarmente importante, questo del ventennale, e anche in questa edizione, sui banchi d’assaggio allestiti nell’impressionante complesso asburgico della storica Kurhaus, le aziende vitivinicole hanno proposto unicamente i vini che hanno superato le rigide selezioni della Commissione di degustazione del Festival e il giudizio finale del Presidente Helmuth Köcher. “Abbiamo festeggiato il ventennale – racconta quest’ultimo – confermando ancora una volta la nostra mission, ovvero l’impegno nei confronti di tutti i nostri visitatori passati e futuri: proporre solo i vini migliori, unicamente il vertice qualitativo nazionale ed internazionale. Certo in questi vent’anni i produttori si sono moltiplicati e la qualità media è più elevata, ma i nostri criteri di selezione sono se possibile ancora più rigidi”.

Nell’ambito del MWF sono state inoltre presentate due delle più autorevoli Guide di settore, Guida Vini Buoni d’Italia 2012 (Touring Club Italiano) e Guida ai Migliori Vini d’Italia 2012 (D’Agata & Comparini): in entrambi la produzione Carpineti si guadagna ottimi giudizi e posizioni di grande prestigio.

Ispirata alla tradizione enologica italiana e volta a valorizzare le radici locali, il territorio e la tipicità, ViniBuoni d’Italia è una guida per molti aspetti unica, la sola dedicata ai vini da vitigni autoctoni, cioè a quei vini prodotti al 100% da vitigni che sono presenti nella penisola da oltre 300 anni.

Questa Guida dà un segnale preciso ai consumatori e al mercato, che apprezza sempre più i livelli qualitativi e il rapporto qualità-prezzo che gli autoctoni esprimono. Vinibuoni d’Italia si basa su un processo di selezione eccezionale per impegno e per trasparenza. La finale per l’assegnazione dei massimi riconoscimenti, ovvero la Corona e la Golden Star, viene fatta pubblicamente ed è aperta – caso unico in Italia – alla partecipazione dei media. Il Dithyrambus 2007 (Igp Lazio Rosso) di Marco Carpineti è tra i vini che hanno ottenuto la Corona nell’edizione 2012: massimo riconoscimento per i vini top dell’eccellenza, scelti con voto palese di maggioranza nella sessione finale di degustazione a commissioni riunite su scala nazionale. Alla selezione che ha portato alle finali hanno lavorato, a livello locale, 25 commissioni regionali di degustazione guidate da esperti sommelier e giornalisti di settore, che per un intero anno hanno degustato oltre 25.000 vini, fino a selezionare 1.090 cantine e oltre 4.500 vini inseriti in Guida.

La Guida D’Agata & Comparini ai Migliori Vini d’Italia offre una panoramica dell’eccellenza del vino italiano. Migliaia e migliaia i vini degustati per raggiungere questo risultato che racconta la prelibatezza dei vini italiani. “Un esercizio difficile – dicono gli autori – per la continua ricerca che sottende, per l’impegno e anche, per dirla tutta, perché l’indipendenza costa e non è facile mantenerla”. Al Moro 2009 (Igp Lazio Bianco) dell’Azienda Carpineti, che rientra tra i ‘vini d’eccellenza’, sono stati attribuiti 91/100 centesimi. “Qui – si legge nella Guida ai Migliori Vini d’Italia 2012 – siamo veramente ai vertici del vino italiano dalla capacità enologica e agronomica così valida. Il Moro ’09 si conferma uno dei più grandi vini bianchi italiani. Grand Vin”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }