LA CITTA’ DEL GOLFO E DELLE ISOLE PONTINE ALLA XIV BORSA MEDITERRANEA DEL TURISMO ARCHEOLOGICO DI PAESTUM

Dal 17 al 20 novembre 2011 a Paestum, presso i Saloni dell’Hotel Ariston, avrà luogo la XIV edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico. L’iniziativa è promossa e realizzata dalla Provincia di Salerno in collaborazione con la Regione Campania, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica,  con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero degli Affari Esteri, dell’ICCROM, Centro Internazionale di Studi per la Conservazione ed il Restauro dei Beni Culturali, dell’OMT, Organizzazione Mondiale del Turismo e dell’UNESCO con la partecipazione della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, dell’UPI Unione Province d’Italia, dell’Enit, della Soprintendenza per i Beni Archeologici di Sa, Av, Bn, Ce, della Camera di Commercio di Salerno, del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e con il patrocinio del Consiglio d’Europa, del Ministro del Turismo, dell’Automobile club d’Italia, di Federturismo, Confturismo, Assoturismo, del Comune di Capaccio Paestum e dell’Ente Provinciale per il Turismo di Salerno.

Al Salone sarà presente uno stand della Città del Golfo e delle Isole Pontine con pannelli espositivi e la nuova brochure turistica dell’area del Golfo . Un apposito padiglione per la promozione di prodotti tipici locali sarà allestito dall’istituto professionale alberghiero “Angelo Celletti” di Formia.

Per l’assessore al turismo Vittorio Pecorino “l’evento costituisce un momento di grande visibilità internazionale e di promozione turistica del nostro territorio. Il salone espositivo di Paestum – afferma l’assessore –  rappresenta una vetrina mondiale del patrimonio archeologico e prima mostra internazionale di tecnologie virtuali. L’evento mira a favorire la commercializzazione di prodotti turistici specifici e l’approfondimento di temi inerenti la tutela, la fruizione, la valorizzazione dei beni culturali e la cooperazione tra i popoli”.

Al Salone Espositivo, dislocato su un’area di circa 16.000 mq, partecipano Istituzioni, Regioni, Province, Comuni, Camere di Commercio, Aziende di Promozione Turistica, Soprintendenze, Parchi Archeologici, Organizzazioni di Categoria, Associazioni Professionali e Culturali, Consorzi Turistici, Società di Servizi, Case Editrici per promuovere il patrimonio culturale, le destinazioni turistico archeologiche e i servizi connessi. Saranno presenti circa 30 Paesi esteri oltre alla Turchia, ospite ufficiale. Strategico per la promozione del prodotto turistico culturale sarà il Workshop tra domanda e offerta con 80 buyers esteri selezionati dall’Enit provenienti da 12 Paesi: Austria, Belgio, Francia, Germania, Gran Bretagna, Olanda, Repubblica Slovacca, Russia, Spagna, Stati Uniti, Svezia e Svizzera. Durante la Borsa, sabato 19 novembre alle ore 18.00, presso la Sala Mercurio dell’Hotel Ariston, la Fondazione Paestum concluderà le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia con il convegno “Per una storia culturale degli Italiani: dalle identità etniche a popolo” . Presente ai convegni della Borsa anche Angela Pontrandolfo, Ordinario di Archeologia all’Università di Salerno, Presidente della Consulta Universitaria per l’Archeologia del Mondo Classico e presidente della Commissione giudicatrice del Concorso d’Idee per Paestum. La Borsa di Paestum sarà anche sede, venerdì 18 novembre alle ore 10.00 in Sala Velia, della III Riunione Scientifica della SISTUR, Società Italiana di Scienze del Turismo, alla quale parteciperanno i vertici delle organizzazioni nazionali di categoria Federturismo, Confturismo, Assoturismo.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social