FONDI: SEI BRAVO A SCUOLA? LA BORSA DI STUDIO E’ UN ANNO DI SPORT

Lo sapevi che… “Studiando fai sport”? Con l’associazione “Sport Events” da quest’anno è possibile unire la meritocrazia all’attività fisica. Non solo, dunque, il successo del primo “Fondi Sport Village” e alla realizzazione del Codice Etico Sportivo Cittadinio, che è stato adottato dall’amministrazione comunale e sarà approvato nella prossima seduta del Consiglio Comunale. Il Presidente Fabrizio Macaro, insieme ai suoi ragazzi, ci tiene infatti a promuovere l’attività sportiva in ogni sua declinazione. E così, dopo aver annunciato la preparazione della II edizione dell’evento, eccolo presentare una nuova iniziativa dedicata al mondo della scuola. Si tratta di una borsa di studio per gli studenti delle classi V degli istituti primari di Fondi, ovvero il 1° circolo “Alfredo Aspri”, il 2° circolo “Domenico Purificato”, il 3° circolo “Giulia Gonzaga” e l’Istituto Comprensivo “E. Amante”.

Venerdì 18 novembre alle ore 18.00, presso la sala conferenze del Castello Caetani di Fondi, ci sarà la presentazione alla stampa di “Studiando fai sport”, con la presenza delle autorità, dei presidi e dei docenti delle scuole coinvolte e dei Dirigenti delle associazioni sportive che aderiscono al progetto. L’iniziativa è stata un’idea del Presidente della Sport Events ed ha trovato subito l’appoggio del sindaco di Fondi Salvatore De Meo e dell’Ente di Promozione Sportiva OPES. “Vorrei ringraziare – dichiara Macaro – i patrocinii, il vice presidente nazionale dell’OPES, Davide Fioriello, ma soprattutto le 18 associazioni sportive che hanno aderito. Grazie a loro gli 80 ragazzi più meritevoli delle classi 5^ delle scuole di Fondi avranno la possibilità di frequentare gratuitamente per tutta la stagione sportiva del 2012 i corsi di attività fisica offerti dalle associazioni”.

“Studiando fai Sport” è un progetto in via sperimentale e ha un obiettivo preciso: “La nostra associazione – spiega ancora Macaro – vuole importare lo stile dei college americani. È giusto che le associazioni sportive stilino un calendario in cui, durante l’orario curriculare, tutti i ragazzi possano praticare e avere la possibilità di conoscere diverse discipline sportive, in modo da individuare anche potenziali atleti di calibro nazionale. Noi, invece, ci occuperemo di formare i più piccoli portandoli a incontri formativi del Coni, organizzare Giornate dedicate allo Sport e andare a vedere le partite della massima serie delle diverse categorie sportive.  Perché non va dimenticato che, a causa dei tagli nella pubblica istruzione ma anche dell’ignoranza dilagante, l’attività fisica è diventata quasi inesistente nelle scuole”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social