LATINA: APERTO IL FESTIVAL DELLA SOSTENIBILITA’

La prima giornata del Festival della Sostenibilità di Latina si è conclusa con successo e entusiasmo. Grande afflusso nell’area stand dove associazioni e aziende del territorio hanno esposto il loro impegno nel campo della sostenibilità e della qualità della vita.

Il primo dei quattro meeting previsti ha riscosso notevole partecipazione, “Siamo tutti connessi” il titolo di questo incontro che ha dato voce al mondo associazionistico del territorio. L’incontro è stato aperto con l’intervento di Lello Turri, presidente di Libera di Latina, il quale ha riportato all’attenzione dei presenti l’atto vandalico subito al Villaggio della legalità di Borgo Sabotino, ma che ha d’altra parte affermato che tali pressioni e minacce non mineranno la rete di solidarietà e di legalità che lega tutti i cittadini che qui a Latina lottano da tempo contro le mafie e la criminalità.

Giulio Capirci è intervenuto a nome dell’associazione culturale Rinascita Civile e ha enunciato l’importanza che la rete ha all’interno della associazione, essendo uno dei punti cardini della sua essenza e attività sul territorio. Gianluca Bono ha presentato, grazie ad una chiara ed esaustiva presentazione in powerpoint, il Movimento 5 stelle di Latina narrandone l’impegno e le attività sul territorio. La rete, in particolar modo quella del web, svolge per il movimento un ruolo fondamentale, in quanto uno degli strumenti più importanti di comunicazione e trasparenza di cui si è sempre dotato. Ferdinando Cedrone ha invece presentato l’associazione di promozione sociale e culturale Quartieri Connessi: una associazione nata proprio facendo rete nei quartieri q4 e q5 per sensibilizzare la cittadinanza sul degrado urbano e sulla necessità di una società più civile e rispettose del bene comune. In seguito Fabio Rubinelli, presidente di Latina Sostenibile, ha esposto alla cittadinanza un progetto di messa a rete tra le associazioni di Latina, oltrepassando le barriere culturali e di posizione, per raggiungere una intesa su quei temi trasversali prioritari per la città: una sorta di consulta delle associazioni, per rivendicare i diritti che spettano ad esse e che la nostra amministrazione dovrebbe tutelare. In fine Dario Bellini si è fatto portavoce del MUL, Movimento Urbano Leggero: associazioni, organizzazioni, movimenti e cittadini uniti dall’idea di un cambiamento sostenibile. Il MUL ha raccolto grande successo tra le associazioni di Latina dedite alla mobilità sostenibile e attente alla mobilità delle fasce più deboli. Tutto ha avuto inizio con la “Settimana europea della mobilità sostenibile” da cui si sono stretti nuovi legami e sono nate idee e proposte raccolte in un documento di nove punti prioritari e a basso costo, un Manifesto della mobilità sostenibile che verrà a breve presentato alla cittadinanza, a cui seguirà una campagna di raccolta firme per sottoporlo all’attenzione dell’amministrazione locale e spingerla ad agire per far di Latina una città europea.

L’incontro si è concluso con l’intervento della Presidente dell’Associazione Interculturale Italia Cameroun Onlus, promotrice del Festival della Sostenibilità, la quale ha ringraziato tutti i presenti e ha illustrato l’attività della associazione, attiva sul territorio più di 10 anni, accompagnata da una carrellata di scatti fotografici ripresi nell’ultimo viaggio effettuato a nome dell’associazione, a cui hanno partecipato Alessandro Savio e Jessica Brighenti, curatori e organizzatori dell’evento. In parallelo si sono svolti come da programma i laboratori orto nel balcone e riciclo creativo della carta. In seguito al meeting l’attenzione si è spostata nel corridoio espositivo in cui alle 18:30 si è aperto l’aperitivo di Ganci e Il Papero Verde: una degustazione tutta biologica che ha intrattenuto i partecipanti fino all’inizio della proiezione del film “L’undicesima ora” che ha riscosso grande partecipazione: un film spettacolare che scava profondamente nella coscienza dello spettatore e lo stimola a riflettere sul grande ruolo che ognuno ha nel necessario cambiamento verso una società più equa e sostenibile, un cambiamento che non può più attendere.

Il Festival continua con l’appuntamento di domenica 13 novembre, sempre alle 15:30 e si stanno raccogliendo le adesioni per il meeting “Dal globale al locale: stili di vita sostenibili e consumo critico per un modello alternativo di crescita” di cui possiamo anticipare che vi sarà la presenza della presidenza del WWF Lazio che ci guiderà nella comprensione della tematica e ci aiuterà a meglio comprendere lo stato di degrado degli oceani denunciato dal Film oggetto della giornata “The end “of the line – Un mondo senza pesci”; avremo inoltre un intervento del gruppo “Vegani di Latina” i quali, accompagnati da alcuni video, ci illustreranno lo stile di vita vegan e il loro impegno per la tutela del pianeta e della sua ricchezza.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social