ANDREOLI E MEZZAROMA SI DIVIDONO LA POSTA

M.Roma-Andreoli Latina 3–2 (18-25, 15-25, 25-16, 25-18, 15-9)
M.Roma: Boninfante 3, Zaytsev 22, Lebl 12, Sabbi 6, Cisolla 4, Bjelica 12; Paparoni (L), Maruotti 12, Bencs 3, Paolucci 1. N.e: Passier, Puliti, Corsano (L). All. Giani
Andreoli Latina: Rivera 6, Cester 13, Sottile 5, Roca 6, Hardy-Dessources 8, Troy 14; De Pandis (L), Gitto 1, Jarosz 2, Fragkos 3. N.e Guemart, Tailli (L), Galabinov. All. Prandi
Arbitri: Satanassi, Prandi
Andreoli e M.Roma si danno battaglia per cinque set e alla fine si dividono la posta in palio. La parte maggiore va ai padroni di casa che hanno avuto la forza di reagire dopo due set in ombra grazie anche a Maruotti che è entrato ed ha riequilibrato il sestetto di Giani. Continua la serie negativa di Latina nei derby che non è mai riuscita a vincere a Roma Primo set con i pontini che prendono subito il largo (6-11), i capitolini si fanno sotto 13-15, ma Cester a muro allunga e il set si chiude sul 18-25.
Secondo set fotocopia del primo con l’Andreoli subito sul 4-11, margine che al finale incrementa con il 15-25 conclusivo. Giani inserisce Maruotti in campo che stabilizza la ricezione ed è un’altra Roma nel terzo set, i locali vanno subito avanti 8-3 e incrementano nel finale con il 25-16. Quarto set in equilibrio fino all’11 pari dopo che i pontivi avevano recuperato uno scarto di quattro lunghezze, la M.Roma riallunga (17-13) e chiude sul 25-18.
Il campionato ora si fermerà per più di un mese per permettere ai nazionali di disputare la World Cup in Giappone o le pre-qualificazioni olimpiche continentali, si tornerà a giocare giovedì 8 dicembre con l’anticipo televisivo Andreoli Latina-Lube Macerata trasmesso in diretta da RaiSport1.

Silvano Prandi schiera Sottile in regia con Troy opposto, Cester e Hardy-Dessources centrali, Roca e Rivera schiacciatori e De Pandis libero. Andrea Giani risponde con Boninfante al palleggio e Sabbi opposto, Lebl e Bjelica al centro, Cisolla e Zaytsev di banda, Paparoni libero.
La gara si apre con due muri di Sottile ed un errore al palleggio di Boninfante (0-3), Hardy di prima intenzione (1-5) e Giani chiama timeout.
Malinteso Boninfante-Lebl (6-11), Zaytsev (12-15) errore di Rivera (13-15). Si torna dal timeout tecnico con un contrattacco di Troy (13-17), Zaytsev (15-17), muro di Cester (18-22) e i romani chiamano tempo. Si torna in campo con un altro muro di Cester (18-23), difesa punto di Roca ed errore di Sabbi chiudono
il set sul 18-25.
Stessi sestetti nel secondo set, muro di Lebl (2-0), ace di Cester (3-3), Rivera, Troy errore di Sabbi e i pontini volano sul 3-6. Contrattacco di Rivera, errore dei capitolini che protestano e si beccano un giallo, dentro Maruotti, Paolucci e Bencs ma Hardy allunga a 4-11. Zaytsev e un muro di
Paolucci (9-14), ma rispondono Cester a muro, Troy e un errore di Bencs (9-18) Giani chiede tempo. Ace di Bencs (14-22), invasione a muro dei capitolini e un muro di Cester chiudono il set sul 15-25.
Terzo set con Maruotti in campo e Giani che ruota la formazione. Errore di Rivera, Zaytsev, errore di Roca e ancora Zaytsev, 6-2 e Prandi chiama tempo.
Muro di Lebl 8-3 per il primo tempo tecnico. Contrattacco di Troy (11-8), ace di Zaytsev (15-10), errore Sabbi (15-12). Ace di Sabbi e errore di Troy 19-13 e i pontini chiamano tempo. Doppio cambio con Jarosz e Guemart in campo, muro di Sabbi e Zaytsev (21-14), dentro anche Fragkos, ancora Zaytsev e Maruotti (24-
15) per il 25-16 che chiude il set.
Quarto set con il confermato Maruotti in campo. Contrattacco di Rivera (1-2), ace di Sabbi, errore di Troy (4-2), che poi si ripete sul 6-3. Sull’8-6 dentro Fragkos, errore di Sabbi (10-9), ace di Fragkos (11-11), muro di Boninfante (13-11) errore pontino, 14-11 e richiesta di timeout. Sul 15-13 dentro Jarosz e Gitto. Muro di Lebl (17-13), errore di Cester (21-16) e Prandi ferma il gioco.
Ace aiutato dal nastro di Maruotti (23-17) il set si chiude con un primo tempo di Lebl sul 25-18.
Tiebreak con sestetti di partenza a parte Maruotti confermato. Contrattacco di Maruotti, 3-1 e i pontini fermano il gioco. Si riprende con due muri di Bjelica (5-1), dentro Fragkos, Zaytsev (8-3) e si cambia campo. Muro di Bjelica (9-3), dentro Jarosz, muro di Hardy (10-6), la gara si chiude con un muro dell’ex
Bjelica sul 15-9
Silvano Prandi: -“Nel terzo set siamo scesi di rendimento ad abbiamo avuto difficoltà di attaccare. Giani ha trovato il modo di sistemare tatticamente la gara e noi non siamo riusciti a trovare le contromosse e siamo calati specialmente nel fondamentale dell’attacco”.

Andrea Giani: “Bravo Gabriele a riuscire a dare la carica, è stato determinante in tutti i fondamentali. Noi abbiamo pagato all’inizio le imprecisioni e i troppi errori”.

Andreas Fragkos. “All’inizio abbiamo approfittato dei molti errori di Roma e ci siamo espressi nella maniera migliore. Poi quando Roma ha trovato i giusti equilibri noi abbiamo fatto fatica”.

Gabriele Maruotti: “con il mio ingresso è sicuramente cambiato qualcosa. Siamo partiti contratti, io ho dato il mio contributo per sistemare alcuni fondamentali che non andavano al meglio. Una quarta vittoria consecutiva che ci fa affrontare la pausa con uno spirito diverso”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social