A BREVE I CARABINIERI TORNERANNO IN UNA CASERMA DI MONTE SAN BIAGIO

“Convocherò in settimana la conferenza dei capigruppo per definire la data del prossimo consiglio comunale, che faremo in modo che si svolga con una certa sollecitudine, per dare attuazione concreta alla proposta di utilizzare la dismessa scuola “Margherita di Savoia” quale sede provvisoria della stazione dei Carabinieri di Monte San Biagio”.

A dare la notizia è il presidente del consiglio comunale, Giuseppe Pascale, che plaude al convinto consenso giunto, oltre che dalle altre opposizioni, anche dal capogruppo della minoranza “Il bene comune”, Giuseppe Casale, alla proposta di veder tornare subito in paese, stanziati in una sede fissa, i Carabinieri, dopo la forzata diaspora in quel di Terracina, all’indomani della dichiarata inagibilità della vecchia caserma di via Roma.

“L’urgenza che ci spinge ad adottare questo provvedimento – aggiunge Pascale – è dettata dal fatto che, pur svolgendo con ammirevole zelo il loro dovere, i militari dell’Arma sono penalizzati, nel raggiungere Monte San Biagio, dalla loro dislocazione nella parte nord di Terracina. Tra l’altro diventa molto problematico, soprattutto per l’utenza locale, poter servirsi della caserma ubicata a Terracina quale ufficio per il disbrigo delle pratiche di competenza del corpo della Benemerita”.

Un altro problema, anch’esso di una certa urgenza, merita, secondo Pascale, la discussione in consiglio. Si tratta del recupero totale della stazione ferroviaria. “Impegneremo il consiglio – spiega il presidente – nel predisporre un piano di intervento condiviso con l’Ente ferrovia, con cui ho già preso contatti, per ridare efficienza allo scalo di Monte San Biagio, di cui si servono, oltre che i nostri concittadini, anche passeggeri di Fondi, Terracina, Lenola, Vallecorsa e anche Sperlonga. L’intervento prioritario dovrà riguardare la riattivazione dell’ascensore per disabili motorii, la pulizia e
l’efficienza dei bagni, la sistemazione degli spazi di accoglienza e di quelli operativi per i fruitori della struttura, che diventano ogni giorno sempre più numerosi, anche per la comodità dei vicini parcheggi per le auto. La presenza anche fisica dei CC a Monte San Biagio consentirà pure di predisporre servizi notturni al fine di evitare che i locali dello scalo ferroviario diventino, come già accade, dormitorio per barboni e sbandati, il tutto per un migliore servizio reso all’utenza”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social