ANDREOLI LATINA: AL PALABIANCHINI ARRIVANO I CAMPIONISSIMI DELLA COPRA ELIOR PIACENZA

Dopo due giornate in trasferta, l’Andreoli torna a giocare in casa nella sesta giornata della serie A1 Sustenium. Domani, domenica, alle 18 al PalaBianchini attende la Copra Elior Piacenza. Un match molto importante per entrambe le formazioni ma con temi completamente opposti. Per la formazione di Silvano Prandi una vittoria significherebbe mantenere o migliorare la già ottima sesta posizione in classifica in attesa del derby con la M.Roma che decreterà la fine del campionato pre World Cup.

Per i piacentini, risollevarsi da una posizione imbarazzante per non perdere il treno delle dirette rivali, dato che con soli tre punti sono virtualmente in zona retrocessione. Ma al di là della classifica, più cinque per il Latina, e delle quote degli scommettitori che danno favorita l’Andreoli (1.60 contro 2.15), la gara è tutt’altro che facile per i pontini. Piacenza è in una posizione deficitaria perché ha già affrontato, dopo il passo falso con la neopromossa Padova, Trento (un punto), Macerata e Modena e viene dal tiebreak vinto con Vibo Valentia. Ha un tecnico di alto livello come Angelo Lorenzetti e una rosa con nomi altisonanti. La diagonale palleggiatore-opposto è quella della nazionale bulgara (allenata nel biennio 2009-2010 da Prandi) composta da Zhekov e Nikolov, al centro ci sono Tencati e Kral, in banda il capitano Zlatanov (che ha accusato in settimana di nuovo un problema alla gamba e potrebbe non essere schierato dall’inizio) e “o fenomeno” Papi, libero Marra. Sommando le presenze in nazionale (perché tutti sono nelle selezioni o ex azzurri) si supera ampiamente quota 1000 con una bacheca piena di trofei, ben 34 le medaglie conquistate con le nazionali dei quali 13 ori: due mondiali vinti da Papi (1994 e 1998), 5 World League, 4 Europei, una World Cup e un Super four; 67 titoli con i club (16 scudetti, 11 Coppe Italia, 17 Supercoppe, 8 Champions, 15 altre coppe continentali). Una squadra costruita per ambire a posizioni di livello composta da atleti esperti.


In questo inizio stagione Silvano Prandi ha alternato i sui uomini cercando sempre le soluzioni migliori rispetto alle caratteristiche degli avversari potendo contare su una rosa ampia con atleti dalle caratteristiche diverse. Nella trasferta di Monza ha iniziato con Sottile in regia e Jarosz opposto, Hardy Dessources e Gitto al centro, Roca e Rivera di banda e De Pandis libero ma nel corso della gara sono subentrati Cester e Troy, potrà contare anche sull’apporto del rientrante Guemart.

Nei precedenti 20 incontri 12 sono terminati a favore della Copra Elior, dei dieci giocati nel Lazio quattro vittorie pontine.

Radiocronaca integrale su Radio Antenne Erreci a cura di Gabriele Viscomi, collegamenti con Radio Rai per la trasmissione Pallavolando a cura di Manuela Collazzo, Lazio TV Sport trasmetterà con la telecronaca di Roberto Italiano la gara lunedì alle 23 circa con varie repliche durante la settimana.

Gianrio Falivene: “Nelle prossime due partite ci giochiamo il lasciapassare per la Coppa Italia. Per ora ci godiamo il bell’inizio di campionato, una sconfitta come quella di Monza ci può stare, ma ora dobbiamo pensare a giocare con lo stesso spirito di sempre. Come più volte ho detto a me interessa vedere una squadra che lotta in campo e che da tutto su ogni pallone. Una squadra che scende in campo con un unico pensiero… la vittoria!”

Gerard Hardy-Dessources: “Andiamo ad affrontare una buona squadra, che ha degli ottimi giocatori come Nikolov, Zlatanov, Tencati con grande esperienza internazionale. Però che non ha iniziato bene la stagione avendo affrontato delle rivali di alto livello, riuscendo a fare pochi punti. Per noi sarà una buona chance per approfittare di questo momento. Incontro Nikolov con cui ho vinto la Champions quando eravamo nel Tours allenato da Serniotti, non è la prima volta dato che si siamo affrontati nelle Coppe Europee e in Nazionale. Tra gli emiliani c’è anche il mio connazionale Mory Sidibé che è un giovane opposto molto promettente”.

Davide Marra (Copra Elior Piacenza): “Per questa partita i propositi non cambiano: giocare bene e conquistare punti resta il nostro obiettivo principale. La nostra prestazione di domenica, nel complesso, è stata buona ma c’è ancora tanto da lavorare; siamo una squadra nuova ma i miglioramenti, dall’inizio della stagione, si vedono già. Per le problematiche ancora in attivo serve tempo, ma un po’ alla volta tutto si aggiusterà. L’Andreoli Latina gioca molto bene, fino ad ora ha conquistato punti pesanti, basti pensare al match con Cuneo. Anche il loro aspetto tattico-tecnico è più che buono, nel complesso i giocatori sono molto bravi. Non sarà facile”.

[adrotate group=”3″]

[adrotate group=”2″]