LAZIOMAR, FORTE: “AL VIA PRIVATIZZAZIONE DELLA LAZIOMAR”

“Finalmente al via l’attuazione dell’Accordo di programma tra Governo e Regione Lazio e Campania per la privatizzazione della Laziomar”. Questo l’annuncio dell’assessore regionale Aldo Forte, in seguito all’approvazione da parte della giunta della Regione Lazio della delibera che avvia la procedura di privatizzazione della Laziomar s.p.a. attraverso una gara europea a ‘doppio oggetto’ aperta e non discriminatoria per la cessione del cento per cento del capitale sociale e il contestuale affidamento dei servizi marittimi attualmente svolti per conto della Regione Lazio.

“Con questo atto la Regione da nuovamente prova della sua volontà di lavorare per il miglioramento dei collegamenti marittimi con le isole ponziane. La questione è entrata sin da subito tra quelle prioritarie di questa amministrazione, che ritiene strategica la valorizzazione della Laziomar sia per lo sviluppo economico e turistico, sia per l’innalzamento della qualità della vita degli abitanti delle isole del sud pontino. Ragioni per le quali, grazie al lavoro dell’assessore Lollobrigida, in questi diciotto mesi di giunta si sono succeduti uno dopo l’altro i passi necessari per dare piena attuazione all’Accordo sottoscritto nel 2009. Accordo che prevedeva dapprima la costituzione della Laziomar a totale partecipazione regionale, per poter successivamente bandire le procedure di gara per la privatizzazione della società. Una serie di passi che sono stati realizzati con l’approvazione dello Statuto e dell’atto costitutivo della Laziomar avvenuto nell’ottobre 2010 e con la sottoscrizione del marzo 2011 dello schema di contratto di cessione a titolo gratuito del ramo di azienda della Caremar alla Laziomar relativo ai collegamenti con le isole ponziane”.

“Oggi, il cerchio si chiude. – aggiunge Forte – E si chiude nel migliore dei modi. Tutte le linee, sia per quanto riguarda i collegamenti con navi traghetto che con aliscafo, vengono confermate. Così come sono già state garantite le risorse necessarie alla gestione del servizio per il prossimo biennio”.

“La nostra è stata una scelta strategica. – conclude Forte –. Optare per la privatizzazione al cento per cento significa evitare la creazione di un altro carrozzone, fonte di sprechi e inefficienze come spesso è avvenuto nel nostro paese. Mentre la gestione privata sotto il controllo della Regione ci permetterà di garantire una qualità sempre più elevata dei collegamenti marittimi e della mobilità in generale”.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social