L’AMMINISTRAZIONE DI CORI ESPRIME SOLIDARIETA’ A “LIBERA”

Anche l’Amministrazione comunale di Cori ha voluto esprimere la propria solidarietà a Libera, dopo la devastazione del “Villaggio della Legalità” di Borgo Sabotino.

Ieri pomeriggio, a Latina, il sindaco Tommaso Conti e l’assessore Fausto Nuglio, hanno partecipato alla fiaccolata dimostrativa contro le illegalità, che da Piazza del Popolo ha raggiunto la Prefettura.


Un lungo corteo di cittadini, oltre che di rappresentanti istituzionali, uniti dal comune intento di diffondere la cultura della legalità e difendere il riutilizzo per finalità pubbliche dei beni sequestrati alla criminalità.

Il “Villaggio della Legalità”, preso d’assalto lo scorso sabato notte da ignoti nemici della legalità e della convivenza civile, è infatti una struttura confiscata per abusivismo edilizio e affidata all’associazione Libera al fine di accompagnarne il percorso di recupero e valorizzazione con il protagonismo delle realtà associative locali.

Non è stato un caso se il vile atto sia stato compiuto alla vigilia dell’iniziativa organizzata da Libera nel “Villaggio della Legalità” per ricordare la figura di Don Cesare Boschin, prete ucciso a Borgo Montello per aver denunciato i traffici di rifiuti tossici gravitanti attorno alla discarica pontina.

Una giornata che prevedeva la partecipazione dei presidi di Libera e degli scout e la proiezione del documentario “La Quinta Mafia”, oggetto del dibattito tenutosi qualche giorno prima presso la Delegazione comunale di Giulianello.
D’altra parte l’atto intimidatorio non ha rallentato affatto l’azione di Libera, accrescendone invece il consenso popolare ed istituzionale, come confermato dalla sua partecipazione, quale soggetto patrocinante, insieme la Comune di Cori, alla prima edizione di BOOK’N’ROLL – Rassegna di scritture urgenti, un evento che si terrà domenica 30 ottobre a Giulianello e incentrato proprio sul tema della resistenza alle mafie.

[adrotate group=”3″]

[adrotate group=”2″]