PONZA: VOLONTARIO DELLA PROTEZIONE CIVILE IN MANETTE CON L’ACCUSA DI INCENDIO: “LO FACEVO PER PERCEPIRE LE INDENNITA'”

Volontario della Protezione Civile in manette a Ponza con l’accusa di incendio. Nel primo pomeriggio di oggi 18 ottobre, i militari della Stazione di Ponza, coordinati dalla Compagnia di  Formia, hanno tratto in arresto per il reato di incendio Ivan G., ventiquattrenne ponzese incensurato. Sono le 13 quando divampa un vasto incendio in località Montagnelle le Forna: devasterà circa 15.000 mq di macchia mediterranea. I carabinieri di stanza sull’isola iniziano un delicato lavoro di intelligence, fatto di acquisizione di testimonianze e descrizioni di eventuali persone sospette viste avvicinarsi nella località dove verificatosi il rogo. Dalla ricostruzione di quanto acquisito i militari risalgono al piromane rintracciato poco dopo presso l’abitazione di un conoscente. Grande lo sconcerto dei Carabinieri: il responsabile dell’incendio è un giovane volontario della Protezione Civile di stanza sull’isola, che ammette subito le proprie colpe e afferma di aver appiccato il fuoco per poi poter andare a spegnerlo e percepire le relative indennità. Ma non solo, il volontario si autoaccusa di essere l’autore anche di alcuni incendi divampati nei giorni passati e nel 2010 sulla piccola isola.

Per il piromane sono scattate quindi le manette e la traduzione presso la Casa Circondariale di Latina, a disposizione dell’Autorità giudiziaria, che lo interrogherà nei prossimi giorni.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social