GEOTER GAETA – PALLAMANO ALTAMURA 32-31

Come perdere un punto in 10’ di follia. La Geoter Gaeta, nella gara d’esordio di campionato al cospetto della Pallamano Altamura, ha mandato all’aria la possibilità di far bottino pieno, dissipando la gestione di un congruo vantaggio e trovandosi costretta a rincorrere la vittoria ai tiri di rigore, dopo che il tempo regolamentare si era chiuso in parità. Sul bilancio dell’incontro hanno pesato non poco le espulsioni di Perrone nel primo tempo, ma soprattutto di Horvath e poi di Fiorenzano nella ripresa, che hanno obbligato i “reduci” compagni di squadra a stringere i denti al cospetto dei velocissimi pugliesi. Da sottolineare, la prestazione del giovane Recchiuti, autore di 6 reti e determinante in alcuni momenti decisivi del match, mentre il solito Yant continua dalla passata stagione ad essere incisivo in fase realizzativa, 9 sigilli, seguito da Panariello, a quota 7. Tra le fila degli altamurani, convincente la prova del top scorer Rivieccio, 10 gol, che ha messo in grande difficoltà in varie occasioni la difesa biancorossa, in modo particolare dalla distanza. Ad aprire le danze ci pensa proprio il giovane Recchiuti, ma è l’equilibrio a regnare sovrano fino al 14’, quando gli ospiti tentano l’allungo, 4-6, nonostante le convincenti parate di Amendolagine. I gaetani, però, non si lasciano sorprendere, al 18’ è parità, 7-7, al 24’ 10-10, mentre iniziano a far discutere le decisioni arbitrali. I ragazzi di Loviglio provano nuovamente lo scatto, al 26’ 10-12, intanto arriva la prima tegola per i padroni di casa, a causa dell’espulsione di Perrone per un fallo su Di Marno. Il gioco diventa nervoso, la Geoter commette due errori consecutivi fatali, in difesa ed attacco, ed Altamura va avanti sul 12-15. A recuperare la situazione ci pensano Yant ed Onelli, che sulla sirena mette a segno il 14-15. Nei primi 5’ della ripresa prosegue il testa a testa, 17-17, poi i tirrenici ipotecano un parziale di 4-0, 21-17, che rimane tale fino al 18’ 24-20, ed a poco serve il time out chiamato dal tecnico avversario, tanto che l’incontro sembra mantenersi su questa scia. Invece, ecco arrivare l’inatteso. Horvath commette un vistoso fallo di reazione, che viene sanzionato con un cartellino rosso, e mentre i rivali azzerano il distacco e conquistano il 26-26 al 26’, anche Fiorenzano segue lo stesso destino del suo allenatore. L’ultimo giro di lancette è al cardiopalma. Altamura mette il muso avanti per ben due volte, 27-28, raggiunto dal rigore procurato da Antetomaso e trasformato da Yant, e 28-29 a -8’’, ma Recchiuti tiene i nervi saldi e con freddezza infila il 29-29, seguito immediatamente dalla sirena finale. Per decretare il vincitore c’è bisogno dei tiri di rigore. Panariello, Recchiuti ed Onelli riscattano gli errori di Marciano e Yant, dall’altra parte sono troppi tre errori per guadagnare i due punti. La Geoter si attesta così al quarto posto in classifica, alle spalle di Fondi, Imola e Chieti, e si prepara alla prossima insidiosa trasferta, in casa del Romagna Imola, attendendo il responso del giudice sportivo, con la speranza che non sia troppo severo.
GEOTER GAETA: D’Ovidio, Amendolagine, Marciano 2, Horvath 1, Yant 9, Percuoco 1, Perrone, Onelli 6, Panariello 7, Fiorenzano, Recchiuti 6, Antetomaso, Ponticella, Brongo. All. Medina
PALLAMANO ALTAMURA: Pepe, Baldassarra 5, Nardomarino 1, Pallotta, Revai 5, Rivieccio 10, Luisi 6, Bruno, Continisio, De Nora, Nicoletti, Di Marno 3, Tragni 1. All. Loviglio
ARBITRI: Marcelli Alessandro, Marcelli Massimiliano

Alessandra Aprile Ufficio Stampa Sporting Club Gaeta


You must be logged in to post a comment Login

h24Social