RICORSO CURATELA FORMIA SERVIZI, IL TAR NON CONCEDE LA SOSPENSIVA

Il TAR del Lazio – sezione staccata di Latina – in ordine al ricorso promosso dal curatore fallimentare della Formia Servizi avv. Giammarco Navarra, ha ritenuto non concedere la sospensiva della delibera di Consiglio Comunale di Formia n°22 del 10 maggio 2011, mediante la quale veniva dichiarata la decadenza “della concessione della società fallita e contestuale affidamento del servizio ad altra società”. L’udienza per il merito è stata fissata al 14 maggio 2012. Alla luce della mancata sospensiva da parte del tribunale amministrativo regionale tutti gli atti promossi dal Comune di Formia sono al momento validi ed efficaci.

Il deliberato di consiglio comunale n° 22 faceva riferimento alla “decadenza della concessione del servizio pubblico per la realizzazione e gestione di strutture di parcheggio nonché per la gestione della sosta e riattivazione della gestione del servizio pubblico della sosta a pagamento sulle aree, già in regime di concessione e che si renderanno successivamente disponibili mediante concessione a terzi per una durata non inferiore a tre anni e attraverso una gara di evidenza pubblica previo affidamento temporaneo nella fase transitoria e assorbimento di tutti i dipendenti della fallita società in ottemperanza dell’art. 2112 del codice civile”.

“La mancata sospensiva da parte del TAR – dichiara il sindaco Forte – rappresenta la conferma e la validità di una linea portata avanti dall’amministrazione che su questa vicenda ha sempre privilegiato la salvaguardia degli interessi generali e pubblici del servizio. Al curatore fallimentare avevamo dato la nostra disponibilità ad attivare l’esercizio provvisorio per consentire il proseguimento dell’attività dei dipendenti e nello stesso tempo garantire l’esercizio della sosta pubblica sulle aree in concessione del territorio comunale. Per oltre quattro mesi l’avv. Navarra non ha dato risposta all’esercizio provvisorio salvo poi dichiarare che il tipo di gestione non consentiva alla curatela un introito economico renumerativo. Da qui la proposta ed il successivo provvedimento della curatela di dar vita al fitto di azienda attraverso la costituenda cooperativa degli ex dipendenti della Formia Servizi. Tale provvedimento – continua il primo cittadino – faceva registrare il diniego da parte dell’Amministrazione Comunale impedendo di fatto alla curatela – che tra l’altro non aveva impugnato l’atto – di concludere positivamente il procedimento di affitto d’azienda.
La delibera di consiglio comunale di decadenza della concessione della società fallita è stato quindi un atto dovuto che ci ha consentito di rimettere in piedi la gestione del servizio – con l’affidamento temporaneo della sosta alla Soes – e assicurare ai cittadini un riordino di tutto il sistema di parcheggio e viabilità. In questi giorni stiamo predisponendo il bando di gara per l’affidamento della gestione del servizio ed è nostra ferma intenzione far fronte al pagamento di una giusta indennità di riscatto per rientrare in possesso del Multipinao delle Poste. Tutti questi passaggi – conclude il sindaco – improntati alla massima trasparenza e all’interesse generale della città, ci hanno consentito alla fine di recuperare una situazione compromessa dal fallimento restituendo alla collettività la fruibilità di un servizio indispensabile per la gestione e la crescita di un territorio”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social