MOSTRA “LATINACONTEMPORANEA”: INAUGURAZIONE SABATO 8 OTTOBRE ALLE 11.30

L’AMACI, Associazione dei Musei d’Arte contemporanea, che riunisce i più importanti musei d’arte contemporanea italiani promuove annualmente la “Giornata del contemporaneo”, giunta alla VII° edizione, che quest’anno si svolgerà a partire dall’8 ottobre 2011. La Galleria Civica d’Arte moderna e Contemporanea di Latina ha aderito all’iniziativa e a partire dal giorno 8 ottobre verranno svolte una serie di attività culturali collegate al grande evento, a cui partecipano a livello nazionale oltre 1000 istituzioni, dedicato all’arte contemporanea e al suo pubblico.

Sabato 8 ottobre alle ore 11.30 verrà inaugurata all’interno della Galleria d’Arte Moderna Contemporanea la mostra: “Latinacontemporanea”, realizzata con una selezione di opere facenti parte dell’archivio. A supporto della manifestazione, durante tutta la sua durata, sono previsti ulteriori eventi con conferenze a tema sui linguaggi dell’arte contemporanea a cui parteciperanno Massimo Palumbo, Francesca Piovan e Vincenzo Scozzarella, verranno coinvolte le scuole e saranno effettuate visite guidate su prenotazione.

Il giorno 29 ottobre alle ore 11.00, verrà presentato il libro del Prof. Lorenzo Canova: “Nelle ombre lucenti di De Chirico”. La mostra è organizzata direttamente dal Servizio Attività Culturali del Comune dalla Direzione Musei, Enrica Molaro, in collaborazione con il Dott. Vincenzo Scozzarella, che ne è anche il curatore, intende focalizzare l’attenzione dei visitatori su una parte del rilevante patrimonio museale, in archivio per ragioni espositive. Le opere presenti in mostra in parte non sono state mai esposte, come ad esempio i quadri di Adriano Massaccesi e Bruno Barborini, altre lo sono state più di dieci anni fa, come quelle di Massimo Pompeo e Sergio Ban. Si tratta di donazioni ed acquisti di opere di artisti che hanno contraddistinto la cultura artistica del territorio pontino, (e non solo) negli ultimi venti – trenta anni.(www.amaci.org).

Gli artisti esposti saranno: Addis Pugliese, Sergio Ban, Bruno Barborini, Alessandro Bavari, Tobia Bertoncin, Giuliana Bocconcello, Ennio Calabria, Andrea Colaianni, Davide De Filippo, Tonino D’Erme, Antonio Farina, Mario Gamero, Manlio Guberti Helfrich, Lorenzo Indrimi, Gianni Leonardi, Venanzio Manciocchi, Alberto Manzetti, Patrizio Marafini, Laura Marcucci Cambellotti, Francesco Martelli, Adriano Massaccesi, Luigi Menichelli, Vladimiro Migiani, Sante Monachesi, Luigi Montanarini, Massimo Palumbo, Pietro Piccoli, Massimo Pompeo, Secondo Raggi Karuz, Dante Ricci, Rinaldo Saltarin, Joseph Serafinelli, Normanno Soscia, Antonio Taormina, Ernesto Terlizzi, Ernesto Treccani, Roberto Tulli, Francesco Verio e Italo Vivaldi.

Si avrà dunque l’occasione di ammirare, oltre all’esposizione permanente, opere prelevate dall’archivio della Galleria che ci fanno capire, ci fanno “vedere”, quanto sia ampio, sia dal punto di vista formale che contenutistico, il panorama figurativo che rientra nell’appellativo di arte contemporanea. Diversi sono infatti i linguaggi artistici: l’espressionismo figurativo di Ennio Calabria, pittore che ha sperimentato varie correnti artistiche e che attraverso la sua arte si è sempre impegnato sul piano sociale, politico, con prese di posizione antifasciste, approdando infine ad una pittura costruita col colore; Sante Monachesi, che al contrario si è sempre dimostrato favorevole al regime, con “Parigi” ci dà prova di un linguaggio essenziale, ai limiti dell’astrattismo, con nette campiture di colori brillanti che esprimono una grande volontà di sintesi; i paesaggi di Antonio Farina, liberati da una presenza umana percepita quasi come “ingombrante”, sembrano comunicarci la loro sofferenza inflittagli dalla scarsa sensibilità umana; Addis Pugliese, con i suoi paesaggi resi esclusivamente col colore, ora steso con velature dove prevalgono tonalità tenui, ora con grandi macchie, in cui si intravede uno sfogo dell’energia creativa; la pittura figurativa di Vivaldi, di Francesco Verio; l’informale di Gamero, di Guberti Helfrich e di Menichelli, il quale usa materiali innovativi e tecniche sperimentali, come nell’Orto di Rizieri, realizzato con resine, smalti e foglie di fico.

Una pluralità di forme espressive dunque, dal figurativo, all’astratto, all’informale, vengono esposte per avvicinare all’arte contemporanea un pubblico sempre più ampio, che non esclude anzi privilegia i giovanissimi attraverso visite guidate: questo l’obiettivo a lungo termine di questa mostra, perseguibile attraverso la sinergia e la collaborazione di enti quali AMACI (con eventi importanti quali la Giornata del Contemporaneo), di associazioni culturali, di istituzioni, di musei e gallerie”.(Laura Cianfarani) Inoltre in collaborazione con l’Associazione Culturale Mad viene proposta un’altra iniziativa legata al tema del contemporaneo: nella Sala 5 della Pinacoteca è stata allestita una selezione di opere di Roberto Andreatini, Tommaso Andreocci, Gavino Crispo e Davide De Filippo curata da Fabio D’Achille.

SEDE ESPOSITIVA: Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, via Umberto I e via Oreste Leonardi Latina
VERNISSAGE: sabato 8 ottobre 11,30
ORARI APERTURA: dall’8 ottobre all’8 fino al 6 novembre anche la mostra a cura di Fabio D’Achille.
Da martedì a sabato dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 18,00.
INFO: 0773 652640 enrica.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social