LAVORO, INTESA REGIONE LAZIO – CASSAZIONE PER “TIROCINANTI DELLA GIUSTIZIA”

E´ stato siglato ieri il Protocollo d’intesa tra la Regione Lazio, con l´Assessorato al Lavoro e Formazione, il Ministero di Giustizia, la Corte di Cassazione e la Procura generale della Corte di Cassazione per attivare 50 tirocini formativi presso tali uffici giudiziari.

“Siamo molto soddisfatti di questo accordo – dichiara la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini –  che amplia il progetto dei ‘tirocinanti della Giustizia’, che vede già impegnati 300 lavoratori in cassa integrazione o in mobilità negli uffici del distretto della Corte d´Appello di Roma. Si tratta di un progetto pilota che il Ministero della Giustizia ha già fatto sapere di voler estendere a tutta Italia e che, dopo questo ampliamento agli uffici della Corte di Cassazione e della Procura Generale della Cassazione, a breve potrebbe essere esteso anche alle Prefetture”.

“Con questa intesa – aggiunge l´assessore al Lavoro e Formazione Mariella  Zezza – i tirocinanti diventeranno 350, a dimostrazione di come questa collaborazione, nata per coniugare sempre più le parole Lavoro e Giustizia, stia già producendo ottimi risultati. Ancora una volta abbiamo affermato il modello Lazio, attivando il ‘Distretto delle istituzioni’ per dare risposte rapide ed efficienti per chi vive e lavora nella nostra Regione”.

Soddisfazione è stata espressa anche dal primo presidente della Corte di Cassazione, Ernesto Lupo e dal procuratore generale della Corte di Cassazione, Vitaliano Esposito. “La presenza di questi lavoratori – affermano Lupo ed Esposito – rappresenterà certamente un valido aiuto agli uffici della Corte e della Procura. I tirocinanti potranno ampliare le proprie competenze e saranno formati rispetto alle attività amministrative da svolgere, integrandosi con il personale di ruolo. Questa intesa è un’occasione importante di sinergia istituzionale tra il mondo della Giustizia e la Regione Lazio che, siamo certi, vedrà ulteriori iniziative di fattiva collaborazione nei prossimi mesi”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social