ARES 118, FORTE: “NEL BANDO CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA DEI LAVORATORI”

“Nel prossimo bando per l’assegnazione del servizio 118 ci sarà una clausola di salvaguardia per i lavoratori”. Questo il risultato comunicato dall’assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte, in un incontro tenutosi nel capoluogo pontino, a una delegazione dei 65 lavoratori del 118 della provincia di Latina che sono stati momentaneamente riassorbiti da quattro ditte private fino all’assegnazione del prossimo appalto, dopo la fine del contratto tra Ares e Croce Rossa Italiana. “Si tratta di un nuovo segnale dell’impegno della giunta regionale, che si sta dimostrando vicina a tutti i territori del Lazio e pronta a raccoglierne le istanze per il bene dei cittadini”.

“Ho ritenuto importante fissare questo incontro, – ha commentato Forte a margine – perché se nell’immediato siamo riusciti a garantire il posto di lavoro agli operatori del 118, ritengo che corresse l’obbligo di fornire le stesse certezze per il loro futuro. D’altronde stiamo parlando anche della stabilità di tante famiglie. E, soprattutto, della continuità di prestazioni da cui dipendono la salute e in molti casi la vita delle persone. Garantire stabilità lavorativa significa anche salvaguardare la qualità del servizio. La clausola di salvaguardia del prossimo bando ha questo doppio scopo. L’ente che vincerà la gara d’appalto, infatti, avrà l’obbligo di contrattualizzare chi ha già operato nel 118, prima con Croce rossa italiana e ora con le ditte affidatarie del servizio”.

Al termine dell’incontro ha espresso le sue considerazioni anche Pierluigi Gallo, portavoce dei 65 operatori del 118 della provincia di Latina. “Siamo particolarmente soddisfatti – ha dichiarato Gallo –. L’impegno e le rassicurazioni dell’assessore Forte ci hanno messo al riparo da brutte sorprese. Anche per il futuro, dal momento che ci ha dato la sua piena disponibilità a vigilare passo dopo passo sugli sviluppi della vicenda. E a condurla, laddove si dovessero presentare nuove criticità o intoppi, all’attenzione della giunta regionale. Si tratta di un impegno che per noi ha un grande significato, considerato che solo un mese fa i nostri posti di lavoro erano stati messi in dubbio dallo spettro del contratto interinale”.

All’incontro era presente anche una delegazione dei 45 lavoratori autonomi del 118 verso la cui situazione di precarietà, come ha dichiarato il portavoce, Vincenzo Feudi, “l’assessore Forte ha dimostrato grande sensibilità. Speriamo che, grazie al suo impegno, si possa trovare in futuro una soluzione anche alla nostra vicenda”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social