ITRI: MARTEDI 4 CONSIGLIO COMUNALE. ALL’O.D.G. LOTTIZZAZIONE A LICCIANO E MOZIONE SULLA GESTIONE PUBBLICA DELL’ACQUA

Consiglio comunale, martedi 4 ottobre, a Itri, all’insegna di grande battaglia tra maggioranza e opposizione. Con situazioni non proprio chiarite per quanto riguarda la composizione degli schieramenti che si verranno a registrare in occasione del voto sui vari punti. Cominciamo dall’esame e dal voto del piano di lottizzazione della zona di Licciano, tra Itri e Sperlonga. Fortemente voluto dall’UDC nella passata consiliatura, il progetto ha registrato, in commissione LL.PP., convocata dal presidente Luca Iudicone, il solo “SI” del Pdl, espresso dal suo rappresentante Andrea Di Biase.

Nessuna posizione ufficiale ha preso, invece, Mario Petrillo, rappresentante dell’UDC, il quale, senza avere avuto indicazioni precise dal suo partito, ha rinviato al momento della seduta consiliare la decisione del voto. E, proprio per compattare l’azione amministrativa del suo gruppo consiliare, salirà lunedi sera a Itri Michele Forte, segretario provinciale dell’UDC. In una riunione fissata presso la sezione di via San Gennaro, il senatore formiano cercherà di convincere l’assise scudocrociata della valenza del piano di lottizzazione, quale rimedio contro la crisi occupazionale che attualmente sta travagliando l’edilizia e i settori ad essa collegati.

Ma non tutti sono convinti che l’azione del segretario provinciale sortirà l’effetto sperato. La grande preoccupazione espressa dai tecnici locali sta nel fatto che, se passasse l’operazione “Licciano”, finirebbero i metricubi destinati all’edilizia privata nel prossimo PRG. In altre parole, se un onesto lavoratore sta facendo sforzi da una vita per realizzare un’abitazione per la propria famiglia, con la cubatura eventualmente concessa al Piano Licciano, non ci sarebbe più disponibilità per vedere realizzato il suo più che giusto sogno di tutta un’esistenza. Di fronte a queste titubanze, sono in molti a scommettere che la crociata del segretario provinciale Forte non dovrebbe approdare, questa volta, a un successo. Per lo meno per quella parte del suo partito che sponsorizza la lottizzazione a Licciano.

Altri dubbi ci sono sulla mozione prevista al punto 9 dell’o.d.g. “Risultati referendari relativi alla gestione pubblica dell’acqua”. L’ha proposta Luca Iudicone, consigliere di Sinistra protagonista e convinto assertore della gestione pubblica delle fonti di rifornimento idrico. Lo seguirà tutta la maggioranza in questa battaglia o ci saranno dei distinguo? Saranno i lavori consiliari, mai attesi come in questa occasione, a chiarire i dubbi in merito.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social