SPERLONGA: PRESENTATA AL MUSEO ARCHEOLOGICO UNA MERIDIANA DI ETA’ IMPERIALE

*Marisa De'Spagnolis*

Nonostante la Meridiana esposta al Museo Archeologico Nazionale di Sperlonga, nei giorni del 24 e del 25, sia stata riposta nel Laboratorio del restauratore, per dare al prezioso reperto una protezione più sicura, non si ferma l’arrivo dei turisti che stanno raggiungendo la struttura museale della riviera di Ulisse.

Ne dà conferma la direzione che sottolinea il dato dell’afflusso nei giorni che vanno dal 23 al 25 settembre. “Abbiamo avuto 1757 persone – precisa la direttrice Marisa de’ Spagnolis – con una punta di 1000 persone il giorno 24, essendo arrivate molte persone del convegno marinai d’Italia che si teneva a Gaeta. Il Museo sta registrando un aumento continuo del numero delle presenze”. E pure lunedi e martedi sono numerosi i pullman, provenienti da tutte le parti d’Italia, dai quali scendono centinaia di visitatori, sulla scorta dell’eco registrata con la presentazione della Meridiana, sabato pomeriggio. Si tratta di un’opera di grande valenza, ritrovata a San Cesareo di Roma nella villa imperiale di Cesare e Massenzio. Già oggetto di intervento da parte di Giancarlo Germani, responsabile del laboratorio del restauratore operante presso il Museo, l’opera sarà  conservata a Sperlonga e verrà esposta in occasione del prossimo evento. Risalente all’età imperiale, oltre alla sua innegabile valenza per gli studi di astronomia, la Meridiana presenta, alla base, due immagini che rappresentano il sole, icona dall’innegabile significato positivo nei tempi imperiali. Con la presentazione della Meridiana si è confermato, a Sperlonga, l’inversione del trend che si registrava nel periodo precedente l’arrivo della direttrice de’ Spagnolis, con un calo di visitatori e un impegno non propriamente sollecitato al massimo da parte degli operatori, cui mancava, forse, l’adeguato volano stimolante, nel creare quello spirito di grande entusiasmo che caratterizza da oltre un anno tutte le attività che si svolgono presso il Museo e che registrano, puntualmente, successi sempre crescenti.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social