SCIPPANO UN’ANZIANA IN BICI. DUE MINORENNI DENUNCIATI

Identificati e deferiti all’Autorità Giudiziaria dai poliziotti della Squadra Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Terracina, i responsabili di uno scippo avvenuto durante uno dei tanti assolati pomeriggi dell’estate appena trascorsa. Si tratta di G.D.A. e M.T., entrambi diciassettenni ed entrambi di Terracina. I fatti risalgono al mese di giugno, quando la signora V.P., di anni 64, a bordo della sua bicicletta stava tranquillamente percorrendo la via Appia, veniva improvvisamente affiancata da uno scooter scuro i cui due occupanti, s’impossessavano con rapidità della borsa che la donna aveva riposto nel cestello anteriore della bici e, con la stessa prontezza, facevano perdere le loro tracce. Immediatamente le indagini degli investigatori, sulla base dei dati raccolti, si indirizzavano sia verso gli ambienti dei gruppi maggiormente costituiti da adolescenti, o poco più grandi, al fine di riuscire ad individuare, dalle descrizioni ricevute, i due autori dello scippo e sia, nel contempo, allertando preventivamente gli istituti bancari presenti sul territorio in considerazione del fatto che con la borsa erano state asportate anche alcune carte di credito che potevano essere fraudolentemente utilizzate dagli scippatori o chi per essi. L’attività investigativa si è rilevata fruttuosa perché nel pomeriggio dello stesso giorno dello scippo, due giovani, ripresi dalle telecamere di videosorveglianza, effettuano due prelievi bancari attraverso lo sportello automatico di una banca di Terracina utilizzando proprio una delle carte di credito rubate. Acquisite le immagini dei due soggetti e sottoposte ad una serie di riscontri tecnici visivi ed antropometrici, confrontati anche con le descrizioni dei due scippatori, la Polizia è riuscita ad individuare e denunciare alla Procura della Repubblica presso il tribunale per i Minorenni D.G.A. e M.T. perché responsabili sia dello scippo che della frode informatica per l’uso fraudolento delle carte di credito. Proseguono incessanti le ulteriori indagini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Terracina al fine di dare un volto ed un nome a tutti gli altri responsabili degli analoghi reati commessi sul territorio.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social