REGIONE, DA GIUNTA OK A REGOLAMENTO LEGGE SU OP, FILIERE E FARMER MARKET

L'assessore regionale Angela Birindelli

Via libera della Giunta Polverini al regolamento regionale che disciplina le organizzazioni dei produttori (Op), gli accordi per la gestione delle filiere di produzione, la costituzione di gruppi di offerta ed i Farmer market.

“Abbiamo approvato un regolamento importante – dichiara l’assessore alle Politiche Agricole e Valorizzazione dei Prodotti Locali, Angela Birindelli – che rende finalmente attuativa la legge di iniziativa consiliare del 2008, che disciplina le organizzazioni dei produttori, gli accordi per la gestione delle filiere di produzione, la costituzione di gruppi di offerta ed i Farmer Market, ai quali possono partecipare le imprese agricole, singole o associate, con sede legale nel territorio della Regione e le micro, piccole e medie imprese operanti nel campo della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agroalimentari all’interno del territorio regionale”.

Nel dettaglio, con questo regolamento si promuove la sottoscrizione di accordi regionali di filiera per valorizzare i prodotti agricoli ed agroalimentari del Lazio, ottimizzando i processi di immissione sul mercato, attraverso il coordinamento delle fasi di produzione, trasformazione, commercializzazione e distribuzione dei prodotti, anche in accordo con le associazioni dei consumatori. Il regolamento prevede, inoltre, meccanismi per la formazione dei prezzi all’interno della filiera e per la determinazione del prezzo finale al consumo.

Importante anche il ruolo delle organizzazioni di produttori (OP) e le loro forme associate, che hanno lo scopo principale di migliorare la commercializzazione dei prodotti agricoli e zootecnici, in particolare attraverso una programmazione quantitativa e qualitativa, una concentrazione dell’offerta ed una commercializzazione diretta della produzione dei soci.

Quanto ai gruppi di offerta, la Regione Lazio, in armonia con la normativa europea in materia di aiuti di Stato nel settore agricolo, prevede dei finanziamenti per la dotazione di attrezzature e tecnologie informatiche a supporto delle piattaforme logistiche a livello locale e dei centri di aggregazione. Viene inoltre istituito lo sportello regionale delle filiere corte, che serve a garantire il supporto necessario a facilitare la costituzione dei gruppi di acquisto, al fine di favorire l’incontro con i gruppi di offerta. In particolare, lo sportello acquisisce e fornisce le informazioni aggiornate relative ai gruppi di offerta e ai gruppi di acquisto, al listino dei prodotti nonché alle modalità di contatto tra i gruppi di offerta e quelli di acquisto.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }