CASO DI TURBERCOLOSI A GAETA, PRECISAZIONI DELLA QUESTURA DI LATINA

In relazione agli articoli pubblicati in data odierna sui quotidiani locali riguardanti uno straniero affetto da TBC fermato dalle Forze dell’ordine nei giorni scorsi sul lido di Gaeta nel corso di uno specifico servizio di controllo del territorio la Questura ritiene necessario  per completezza di informazione  fornire dettagliate notizie e precisazioni.

Come previsto dalla normativa vigente lo straniero prima di essere accompagnato presso il C.I.E. ( centro di identificazione ed espulsione) di Torino per la successiva espulsione è stato sottoposto ai previsti accertamenti sanitari di routine presso il nosocomio competente della provincia di Latina ove non veniva riscontrato affetto da patologie in atto.

Il medesimo soltanto all’arrivo alla Questura di Torino dichiarava di essere stato affetto da TBC e veniva pertanto sottoposto ad ulteriori e specifici accertamenti sanitari che  acclaravano la sussistenza della malattia.

La Questura di Latina avutane notizia ha immediatamente avvisato gli interessati e la Asl competente per l’avvio della ritenuta specifica profilassi secondo le indicazioni fornite dal centro antitubercolare di Torino interessato per la circostanza.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Gaeta-Sperlonga, controlli sulle spiagge: sequestri e sanzioni. Otto stranieri espulsi – 18 agosto -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Controlli in spiaggia a Gaeta, denuncia del Coisp: “Uno straniero fermato aveva la tubercolosi” – 24 agosto -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social