UN PIENONE PER LA NOTTE BIANCA A GAETA

*Sara Izzo*

Tanta gente, navette avanti e indietro per tutta la notte da Porta Carlo III a Piazza Traniello. Alle due del mattino erano ancora in tantissimi giovani e meno giovani a passeggiare, ballare, cantare per le vie del quartiere Sant’Erasmo. La Notte Bianca di Gaeta ha tenuto sveglia la città rivelandosi per quello che era annunciata: un successo soprattutto di pubblico. E per non farsi mancare proprio nulla, anche la finale regionale di Miss Cinema Lazio, pre – finale per ottenere il pass per il concorso nazionale. A vincere è stata una ventenne romana, Sara Izzo, per la verità non proprio un volto nuovo in fatto di concorsi di bellezza avendo già vissuto, nel 2008, una finale di Miss Mondo Italia ed essendo stata testimonial della nazionale italiana di calcio agli sfortunati mondiali del 2010 in Sudafrica ma tant’è. Al di là delle piccole inevitabili polemiche che un concorso di miss crea, l’atmosfera vissuta a Gaeta è stata quella che gli organizzatori cercavano. Aperitivi musicali, visite guidate ai musei, esibizione di Capoeira  itinerante, rievocazioni storiche della Roma Imperiale, cene a tema, giro in barca notturno e tanta musica ballata e suonata fino quasi all’alba in tutte le principali piazze cittadine. Alla fine l’unica cosa che è davvero mancata è stata la pulizia della città. Coincidente la festa della Madonna di Porto Salvo, da Piazza Traniello al quartiere di Calegna, alle cinque del mattino, delle grande festa gaetana era rimasto un interminabile maleodorante serpentone di rifiuti. E questo, forse, era inevitabile. Troppa la mole di persone presenti perché la città riuscisse a sostenerne adeguatamente il carico di rifiuti.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social