ENORME SUCCESSO PER LA “FESTA DEL CINGHIALE” AD ITRI

Ancora un fiume in piena di gente venuta anche dai paesi vicini e, soprattutto, dal litorale e dai campeggi della riviera di Ulisse, ha tributato un grande successo alla terza edizione della “Festa del cinghiale”, svoltasi a Itri e organizzata dall’azienda faunistico venatoria “Fra’ Diavolo”. Una perfetta macchina organizzativa, che contava più di cento volontari, tra soci della “Fra’ Diavolo”, della Pro Loco, di Itri TV, di patron Fabio Taiano e della grazia interlocutoria della incontenibile Mariangela Soprano, e del “Comitato Sant’Angelo”, della presidente Maria Civita Saccoccio, e ai quali è giunto il ringraziamento pubblico di Silverio Sinapi, responsabile della struttura venatoria, hanno preparato per le migliaia di partecipanti all’evento piatti gustosissimi, a base di polenta, olive, formaggio, salsiccia arrosto, patatine e, soprattutto, carne di cinghiale, autentica e non frequente prelibatezza per i palati raffinati.

Ancora una volta il presidente Silverio Sinapi ha tenuto a ribadire che la sua associazione “è impegnata a guidare la pratica venatoria secondo le regole che ne disciplinano il corretto funzionamento. Da qui -ha pure sottolineato- la nostra vocazione a difendere e, per quanto possibile, potenziare l’assetto ambientale, portando cibo e acqua alla fauna assediata dal caldo e dalla siccità, pulendo i boschi del vastissimo territorio itrano (11.000 ha) da ogni sorta di immondizia che l’inciviltà estesa a tutti i livelli sociali porta ad abbandonare in ogni dove. Ma, ancora una volta, -ha concluso Sinapi- il ricavato della Festa del cinghiale, così come di tutti gli eventi cui la “Frà Diavolo” partecipa, andrà devoluto in beneficenza a quelle associazioni il cui impegno e la cui visibile tracciabilità permettono di monitorare la destinazione e l’uso dei proventi loro devoluti”.


Comments are closed.

h24Social
[ff id="2"]