COLDIRETTI SCENDE IN PIAZZA PER DIFENDERE I PREZZI DI FRUTTA E VERDURA

*Gargano, Mattia, Viola*

Così come preannunciato nei giorni scorsi per la crisi dell’ortofrutta Coldiretti scende in piazza. Venerdì 5 agosto alle 10, a Roma in piazza dei Santi Apostoli, la Coldiretti del Lazio organizza una grande manifestazione dal titolo: “Prezzi: frutta e verdura, meglio regalarla che svenderla!”

“Per la prima volta – sottolinea Massimo Gargano, presidente Coldiretti Lazio – porteremo insieme in piazza i produttori di pomodori, peperoni, melanzane, angurie e pesche. Tutti, infatti,  sono mobilitati per difendere il primato della frutta e verdura “Made in Lazio” messo a rischio da una crisi senza precedenti”.

“La situazione è talmente grave che gli agricoltori preferiscono regalare i propri prodotti di qualità piuttosto che svenderli a pochi centesimi” gli fa eco il direttore di Coldiretti Lazio, Aldo Mattia. Le sedi Coldiretti del Lazio sono mobilitate da diverse settimane ed hanno predisposto una propria piattaforma.

Paolo De Cesare

“Saranno distribuiti oltre 100 quintali di pomodori, peperoni, melanzane, angurie e meloni – ha detto il direttore della Coldiretti di Latina Saverio Viola. Con l’occasione verrà realizzata una esposizione dei principali prodotti ortofrutticoli con l’indicazione dei prezzi pagati ai produttori agricoli e quelli che il consumatore deve sborsare per approvvigionarsi di alimenti particolarmente necessari nella stagione calda”.

Anche la sede ciociara sarà a Roma a dar manforte alla manifestazione. “Gli agricoltori sono costretti a vendere 10 chili dei propri prodotti – ha aggiunto il direttore della sede di frosinone, Paolo De Cesare – per poter acquistare una tazzina di caffè al bar per effetto del crollo dei prezzi in campagna che ha messo in crisi le imprese agricole senza peraltro avvantaggiare i consumatori ai quali la frutta viene venduta con ricarichi anche oltre il 500 per cento. Coldiretti ha messo a punto un documento di rivendicazioni che verrà presentato venerdì durante la manifestazione”.

“Diventa urgentissimo – hanno sottolineato Gargano e Mattia – un autorevole intervento del Ministero per le politiche agricole alimentari e forestali per poter ovviare a questa situazione attivando tutti gli interventi necessari. Chiederemo misure urgenti e strutturali per ristrutturare il settore in crisi tendenti pure ad agevolare i produttori nell’immediato e nei prossimi mesi”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social