FONDI, ARRESTATO PER TRUFFA DOPO DUE MESI DI LATITANZA

Arrestato dai Carabinieri a Mondragone l’imprenditore Angelo R. di Fondi. L’uomo è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dalla Corte di Appello di Roma, per aver perpetrato ripetute truffe. Trentaseienne, single e legato a una convivente, dopo oltre due mesi di latitanza, è stato arrestato al di là del Garigliano. I militari della stazione di Fondi lo cercavano dallo scorso maggio per notificargli l’ordinanza di custodia cautelare. Si trattava di un cumulo di pena che il 36enne doveva scontare per una condanna legata ai reati di truffa e ricettazione ai quali l’uomo pare fosse particolarmente dedito.

A scovare il latitante solo dopo lunghe indagini condotte in sinergia tra gli uomini agli ordini del luogotenente Emilio Mauriello e i colleghi della città di Terra di Lavoro, sono stati i militari del Norm che lo hanno immediatamente associato presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere. Il 36enne, difeso dall’avvocato Massimo Basile, resterà dietro le sbarre per un anno. Intanto a suo carico restano numerosi altri procedimenti, tutti legati al mondo della truffa e della ricettazione.

Un nome già noto alle cronache quello di Angelo R. anche per i fatti delittuosi che lo avevano visto protagonista in qualità di vittima. Lo scorso 3 febbraio infatti un attentato incendiario aveva colpito la sua automobile, una Ka gialla, parcheggiata quella notte in via Luigi Punzi, nella zona delle case popolari a ovest della città della Piana. Il mezzo, intestato ad uno zio cinquantenne, era di fatto in uso al Riccardi e alla sua compagna i quali avevano però dichiarato di non aver mai subito minacce.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social