CARCERI, POLVERINI: “AL VIA CAMPAGNA DI PROMOZIONE SALUTE”

Più salute nelle carceri del Lazio. Dal 2 agosto prende il via la campagna della Regione Lazio, promossa dall’assessorato alla Sicurezza, per la cura e la prevenzione negli istituti penitenziari del Lazio.

Il progetto è stato illustrato oggi dalla presidente Renata Polverini, insieme all’assessore alla Sicurezza Giuseppe Cangemi, al direttore generale ospedale San Camillo-Forlanini, Aldo Morrone, al Garante per i diritti dei detenuti della Regione Lazio, Angiolo Marroni, e al provveditore degli istituti penitenziari del Lazio, Maria Claudia Di Paolo.

“Con questa iniziativa – ha detto Polverini – diamo una risposta importante alla domanda di salute nelle carceri, i detenuti non sono cittadini di serie B e vanno garantiti come tutti gli altri. Il progetto che presentiamo oggi rientra nelle politiche di attenzione al mondo carcerario che dal nostro insediamento abbiamo messo in campo anche con la proficua collaborazione con l’Amministrazione penitenziaria del Lazio, con il Garante dei detenuti e con gli altri attori istituzionali. Questa campagna per la salute – ha aggiunto – assume maggior rilievo anche alla luce dell’appello lanciato dal presidente Napolitano sul mondo carcerario”. Dal 2 agosto sono nove i programmi di cura e prevenzione realizzati con la collaborazione dell’ospedale San Camillo e delle asl RmB, RmE e RmH e avviano un percorso per migliorare le condizioni di salute non solo dei detenuti ma anche di opera all’interno degli istituti penitenziari.

L’assessore Cangemi ha precisato che “i progetti, per la cui realizzazione la Regione Lazio ha stanziato fondi per 200mila euro, avranno una durata iniziale di 6 mesi, ma è nostra intenzione rendere questo programma permanente”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]