CORSA DEI PORCI A BASSIANO, IL PARTITO ANIMALISTA EUROPEO DIFFIDA IL QUESTORE DI LATINA

“Inaccettabile l’ordinanza emessa dal Questore di Latina mirata a limitare la libertà di espressione costituzionalmente sancita e garantita, al fine di tutelare anche gli interessi economici del paese legati alla produzione del prosciutto. Per tale assurdo motivo, oltre ad aver diffidato il Questore di Latina, è stata trasmessa una nota formale direttamente al Ministero degli Interni.  Domenica confermiamo comunque la nostra presenza, al fine di garantire il diritto di molti: animali e manifestanti. Apprezzabile diversamente, e di opposto tenore, la disposizione prefettizia nel tentativo di arginare maltrattamenti e sofferenze agli animali”. Così Stefano Fuccelli, presidente nazionale del Partito Animalista Europeo interviene sulla decisione del Questore di Latina che ha vietato l’utilizzo di strumenti sonori (megafoni, fischietti, ecc.. ), di seguire il percorso della corsa “Gli Porci” e di mantenersi ad una certa distanza dal luogo in cui si svolgerà la corsa, rendendo del tutto inefficace la protesta. Il Partito Animalista Europeo ha indirizzatato una diffida al Questore.

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Animalisti: “Fermate la corsa de porci di Bassiano” – 15 giugno -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Corsa de gli porci, il sindaco tranquillizza: “Il regolamento sarà modificato” – 17 giugno -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Caciotti conferma: “Modificato il regolamento, i porci non correranno” – 14 luglio -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social