LE FIAMME GIALLE ARRESTANO UN ROMANO, INDAGINI SU UN’AZIENDA INFORMATICA APRILIANA

Un’operazione della Guardia di Finanza di Roma e dei militari della Tenenza di Aprilia ha portato all’arresto di un imprenditore romano accusato di truffe, false fatture per evadere l’Iva e bancarotta fraudolenta. L’operazione fa seguito al fallimento di una società di proprietà dell’uomo che, secondo le accuse, era stata utilizzata per emettere fatture e realizzare operaizoni inesistenti in favore di una società d’informatica di Aprilia. Secondo le indagini tra il 2006 ed il 2009 la società dell’imprenditore romano avrebbe emesso false fatture per oltre 7 milioni di euro, evadendo imposte dirette e Iva per 3 milioni e mezzo, e omettendo di presentare le dichiarazioni fiscali dal 2003. Gli importi fatturati venivano formalmente saldati, anche se, subito dopo il pagamento, il romano provvedeva a restituire, in contanti, il denaro ricevuto all’amministratore della società apriliana, che utilizzava le fatture fittizie. Da cui, oltre l’evasione fiscale, le casse sociali della società romana venivano di fatto svuotate.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]