NUCLEARE AL GARIGLIANO, LA XVII COMUNITA’ MONTANA SCRIVE ALLA SOGIN

Nicola Riccardelli

Il presidente della XVII Comunità Montana “Monti Aurunci” Nicola Riccardelli con una nota inviata alla Società Sogin Spa di Roma è intervenuto in merito al decommissioning della centrale nucleare del Garigliano ubicata sull’omonimo fiume ai confini della Comunità Montana medesima che, come è noto, ricomprende anche i Comuni di Castelforte e Santi Cosma e Damiano direttamente interessati.

In particolare il presidente Nicola Riccardelli, raccogliendo le vive preoccupazioni da più parti manifestate, ha richiesto alla Sogin Spa di informare costantemente la XVII Comunità Montana “Monti Aurunci” “sulle azioni e sulle misure di sicurezza messe in atto a garanzia e tutela della popolazione, della salute pubblica e del territorio di tutto il comprensorio degli Aurunci”.

L’iniziativa del presidente della Comunità Montana Nicola Riccardelli fa seguito a precedenti deliberazioni del Consiglio della Comunità Montana con cui si esprimeva l’assoluta indisponibilità per qualsiasi ipotesi di riutilizzo della centrale nucleare del Garigliano anche quale deposito o centro di stoccaggio di materiali contaminati o scorie radioattive, invitando i Sindaci dei Comuni della Comunità Montana, la Provincia di Latina e al Regione Lazio a fare altrettanto. Un invito che è stato unanimamente raccolto da tutte le suddette istituzioni.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social