GAETA: VELE D’EPOCA, VINCE KIPAWA

Kipawa

Si è conclusa la nona edizione di “Grandi Vele”: l’incontro con le vele d’epoca del Golfo di Gaeta. L’evento, patrocinato dalla Camera di Commercio di Latina, dal Comune di Gaeta, dall’Autorità Portuale, rientra negli eventi collaterali dello Yacht Med Festival. Tra gli enti organizzatori lo Y.C. Gaeta, il Club Nautico, la Sezione di Gaeta della Lega Navale, la Base Nautica Flavio Gioia, la Scuola Nautica della Guardia di Finanza e la Capitaneria di Porto.

Diciassette le imbarcazioni presenti in banchina Caboto e che si sono sfidate nel corso della tre giorni interamente dedicata alle vecchie signore del mare.

Michele Maffei e Martina Petraglia

L’edizione di quest’anno è stata dedicata alla Marina Militare Italiana che così ha continuato a celebrare i 150 anni della sua costituzione, avvenuta proprio a Gaeta con la fusione delle imbarcazioni supestiti delle flotte avverse all’indomani della resa di Gaeta. Per l’occasione la Marina Militare è stata presente con tre storiche imbarcazioni: Chaplin, Stella Polare e Artica II. Al comando della Chaplin il capo ufficio sport velico della Marina Militare, Bruno Puzone Bifulco, che ha sottolineato il rapporto tra la Marina e le Vele d’Epoca di Gaeta. Ideale coronamento di questo ultracentenario rapporto tra Marina Militare e Gaeta è stato il concerto della Banda Musicale della Marina. Durante la serata sono stati consegnati i Follari. A Michele Maffei, plurimedagliato di sciabola è stato consegnata la moneta ducale d’oro, mentre il Follaro d’argento è stato consegnato a Martina Petraglia, giovane talento della scherma nazionale e mondiale che ha ricevuto il prezioso riconoscimento proprio da Michele Maffei, quale ideale prosecuzione nel tempo di un sano messaggio dal mondo dello sport.

Alla premiazione ha preso parte anche il comandante in capo della Squadra Navale della Marina Militare, l’ammiraglio di squadra Luigi Binelli Mantelli, che ha presenziato all’intera tre giorni dedicata alla vela storica.

La classifica overall ha visto il predominio di Kipawa di Claudio Venturini, primo classificato anche nella classifica epoca. A seguire Naif di Ivan Gardini, Chaplin e Stella Polare, Manta di Ernesto Irace, Tampasia di Giorgio Scarselli, Grifone III della Guardi di Finanza, Italia di Antonio Sisimbro, Artica II, Skagerrak di Raffaele Ranucci, Albelimar di Marco Claudio Corneli, Ocean Anemone di Benedetto Baroni, Paulena di Pierre de Ganay, Draumen di Giovanni del Bono, l’imbarcazione dell’ISMEF, Grande Vela di Luigi Merola e Javelin della Savelin.

Al di la della classifica e dei premi, la manifestazione è un modo di far vivere, il più a lungo possibile, queste glorie del mare ricche di storia, sentimento ed epoca.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social