“1911 – LA RIVOLTA DI ITRI”, PRESENTAZIONE MERCOLEDI’ 13 A PALAZZO CAETANI A FONDI

A cento anni esatti dai fatti di sangue verificatisi ad Itri durante la costruzione della direttissima Roma – Napoli, il nuovo libro del fondano Pino Pecchia getta nuova luce sui drammatici eventi accostandosi il più possibile allo svolgimento dei fatti per il tramite di una approfondita indagine storiografica.

“1911 – La rivolta di Itri. A cento anni da un eccidio” è il titolo del volume, pubblicato per i tipi delle Arti Grafiche Kolbe di Fondi, che sarà presentato alla presenza dell’autore mercoledì 13 luglio alle 18.30 nel Palazzo Caetani. Relatore sarà lo scrittore e critico Pasquale Maffeo e interverranno, tra gli altri, l’arcivescovo di Gaeta mons. Fabio Bernardo D’Onorio ed il regista teatrale Gianni Marras.

Patrocinata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Fondi in collaborazione con Assessorato alla Cultura della Regione Lazio, Provincia di Latina, Comune di Itri, Parco Naturale dei Monti Aurunci, Sistema Bibliotecario Sud Pontino e Pro Loco Fondi, l’iniziativa si avvale del sostegno di Banca Popolare di Fondi, CREIA e Consorzio Coop Casa Service.

Già nel 2003 Pecchia aveva affrontato, con il saggio storico “I Sardi a Itri”, una prima e accurata ricostruzione della vicenda, collocandola nel suo contesto sociale. Nuove testimonianze e materiali d’archivio gli hanno consentito di ritornare sull’argomento per giungere ad una più compiuta indagine storica, che rappresenta ad oggi l’unica ricostruzione effettivamente documentata su quelle tragiche vicende.

L’incontro di mercoledì prossimo sarà utile, infatti, per fare chiarezza in merito ad un recentissimo saggio di Antonio Budruni, accompagnato dalla prefazione di Gian Antonio Stella, entrambi viziati da deplorevoli inesattezze, semplificazioni e giudizi sommari che rischiano di compromettere una visione globale ed equilibrata che ambisce ad una auspicata riconciliazione tra la collettività sarda ed itrana.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social