CORI, BOOM DI PRESENZE NELLA NUOVA SEDE DI PORTA NINFINA

Priora Ninfina

Ottima la risposta del pubblico partecipante alla festa rionale di Porta Ninfina: oltre 500 le persone che in tre giorni hanno reso omaggio alla Regina del Carosello, assaggiando l’ottimo menù proposto dalla taverna, rigorosamente a base di prodotti tipici coresi.

Epicentro dell’attenzione dei festanti è stata la mostra palii vinti dai risso – blu, allestita nella nuova sede rionale, presso uno dei due stabili dell’area campeggio di Stoza.

Un divertente siparietto si è verificato quando i presenti hanno tentato di svelare quello che è sicuramente l’aneddoto più curioso che riguarda questo rione, ossia quello che circonda l’origine del suo soprannome: perché Porta Ninfina è chiamata Porta Furba? In casa si racconta che il nomignolo è dovuto alla somiglianza del suo arco con la famosa Porta Furba capitolina, oppure che in una lontanissima e non meglio precisata edizione i contradaioli vennero meno al tradizionale addobbo del rione fino a due ore prima della sfilata, lasciando poi tutti a bocca aperta.

I contradaioli di Porta Signina e di Porta Romana, invece, concordano nel sostenere che ci si trova davanti ad una squadra di estrema furbizia, sempre pronta a cogliere l’attimo di distrazione dell’avversario e degli organizzatori per riportare a casa la vittoria: così accadde nel palio Madonna del Soccorso del 1952, vinto grazie a degli anelli che non risultavano all’attivo; così fu nel 1971, sempre a Piazza Signina, quando la squadra approfittò di un momento di pericolo dovuto a dei tafferugli sugli spalti, per prendere un anello con una corsa a passo d’uomo, incurante del tempo minimo, e validamente assegnatole.

Al termine dei festeggiamenti i presenti hanno alzato i bicchieri al cielo per un brindisi finale, ricordando che Porta Ninfina è la squadra più titolata di tutte e a fine mese sarà ancora una volta la favorita e farà di tutto per non deludere le aspettative dei contradaioli, anche perché stavolta, il 30 luglio, giocherà in casa, a Stoza, motivo in più per vincere. Il Comitato ha organizzato per giovedì 7 luglio, alle 21, presso Piazza Ninfina, una festicciola per i contradaioli, soprattutto gli anziani, che non hanno potuto raggiungere la nuova taverna rionale nel fine settimana: “Anche se per cause di forza maggiore abbiamo dovuto spostare la taverna dal centro rionale, non dimentichiamo nessuno dei nostri sostenitori”, ha spigato il presidente Maurizio Tucci.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social