A MEZZANOTTE SCADE LA CONVENZIONE CRI – ARES 118, SERVIZIO AMBULANZE A RISCHIO CHIUSURA

Tra poche ore, a mezzanotte, in assenza di proroga della convenzione Croce Rossa Italiana – Ares 118, 200 lavoratori che quotidianamente forniscono il servizio 118 alternandosi sulle ambulanze e fornendo centinaia di interventi ai cittadini, verranno licenziati. E’ l’allarme lanciato dal coordinatore della Fp Cgil di Roma e Lazio all’Ares 118 Sergio Bussone.

“Abbiamo continuamente sollecitato la Regione Lazio, i Prefetti di Roma e Latina, la direzione generale dell’Ares ma con il loro imbarazzante silenzio e mancato intervento hanno contribuito all’incertezza lavorativa con danni inimmaginabili nei confronti di centinaia di migliaia di cittadini laziali i quali dopo la mezzanotte di oggi chiamando il servizio 118 sicuramente non troveranno più le ambulanze a causa del ‘licenziamentò delle lavoratrici e lavoratori della Cri coinvolti. Ma noi e soprattutto i lavoratori non ci stiamo. Dopo la mezzanotte di oggi, nonostante la scadenza contrattuale, i lavoratori garantiranno il loro quotidiano servizio anche senza essere retribuiti. Le gravi e irresponsabili conseguenze sul servizio di emergenza 118 devono essere attribuite solo e soprattutto a tutti coloro che con in proprio silenzio e conseguenti inadempienze contribuiscono al permanere
nell’incertezza e precarietà, ma soprattutto – conclude il sindacalista – mettono a grave rischio sanitario cittadini che, trovandosi in grave disagio sanitario, non potrebbero essere soccorsi”.

***ARTICOLO CORRELATO*** (L’Asl proroga di sei mesi i contratti ai precari, la Croce Rossa di un mese –  31 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (“Il mio infermiere è morto”, vignetta shock dei precari della Croce Rossa pontina – 2 giugno -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Sul piede di guerra i medici del servizio emergenza Croce Rossa che rassicura – 6 giugno -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Convenzione in scadenza, gli infermieri e gli autisti della Croce Rossa pontina chiedono certezze – 20 giugno -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social