***video***BATTERIOSI DEL KIWI, VIA LIBERA IN GIUNTA AL FINANZIAMENTO REGIONALE DI SOSTEGNO AGLI IMPRENDITORI

L'assessore regionale Angela Birindelli

Via libera dalla giunta regionale del Lazio a un milione di finanziamenti destinati agli imprenditori agricoli per far fronte alla batteriosi del kiwi. Su proposta dell’assessore alle Politiche agricole Angela Birindelli, è stato approvato il programma regionale di intervento contributivo riferito a estirpazioni o capitozzature di piante di actinidia colpite da cancro batterico del kiwi e il relativo bando pubblico per la presentazione delle domande.

”Con l’approvazione del programma regionale – ha spiegato Birindelli – abbiamo previsto un finanziamento di 1 milione di euro per le imprese agricole colpite dalla batteriosi del kiwi. Si tratta di risposte concrete alle difficoltà delle migliaia di agricoltori della nostra Regione che è il primo produttore nazionale del settore”.

Di questo finanziamento, 800mila euro sono riservati alle imprese agricole che hanno effettuato estirpazioni o ‘capitozzature’ di piante definitivamente messe a dimora, mentre i restanti 200mila euro sono destinati alle imprese vivaistiche che hanno effettuato estirpazioni e distruzione di materiale vivaistico. Le domande dovranno essere presentate, entro e non oltre le 12 del trentesimo giorno a partire dalla data di pubblicazione sul BURL della deliberazione della Giunta regionale che approva il programma presso i settori Provinciali Agricoltura competenti per territorio.

”I dati – dice l’assessore alle Politiche agricole della Regione Lazio Angela Birindelli – dimostrano in modo inconfutabile quanto sia importante la coltura del kiwi nel Lazio. Il nostro compito è di impedire che l’alta specializzazione raggiunta dagli agricoltori venga messa a repentaglio dalla batteriosi, il cancro che uccide le piante. E’ per questo che il 16 marzo 2011 il consiglio regionale ha approvato la legge che introduce ‘Misure di intervento a favore delle piccole e medie imprese agricole per la prevenzione ed eradicazione di fitopatie e infestazioni parassitarie’ e oggi la giunta ha deliberato il ‘Programma regionale di intervento contributivo riferito a estirpazioni o capitozza ture di piante colpite da cancro batterico’. Il programma – aggiunge – dispone di un milione di euro, 800mila riservati alle imprese agricole che hanno effettuato estirpazioni di piante. I restanti 200mila euro sono destinati alle imprese vivaistiche che hanno effettuato estirpazioni e distruzione di materiale vivaistico”.

[ANSA]

You must be logged in to post a comment Login

h24Social