FINE ANNO SCOLASTICO, A CORI E’ TEMPO DI BILANCI

Giorgio Chiominto

Chiuso l’anno scolastico 2010-2011, il delegato alla Pubblica Istruzione Giorgio Chiominto traccia un bilancio delle attività svolte nei plessi di Cori e Giulianello e del ruolo dell’amministrazione comunale. Ottimi i risultati conseguiti dai 1122 studenti che hanno frequentato quest’anno l’asilo nido comunale, le due scuole materne, le due primarie e le due medie inferiori, la stragrande maggioranza dei quali ha superato con profitto il corso annuale.

“Il Comune – osserva Chiominto – è intervenuto con un’intensa azione di ristrutturazione, riqualificazione e messa in sicurezza di tutti gli istituti pubblici locali di ogni ordine e grado, nell’ambito di un piano generale cominciato a inizio legislatura e che proseguirà fino al 2012 con il completamento delle operazioni avviate e in dirittura d’arrivo, nella consapevolezza che si deve fare ancora di più in questa direzione, e l’inizio dei lavori di costruzione della nuova scuola media di Giulianello, una volta appaltati”.

Grande soddisfazione anche per l’esito dei progetti educativi e sportivi svolti nel corso dell’anno: “Frutta nelle scuole”, “Uniti contro il bullismo”, “Strada sicura”, “Giocosport…in amicizia” e “Piedibus” hanno registrato una partecipazione ben oltre le aspettative, tanto da essere riconfermati per settembre.

“L’amministrazione – sottolinea ancora il delegato alla pubblica istruzione – è stata vicina al mondo scolastico locale anche da un punto di vista sociale, con l’attivazione nelle scuole di alcuni importanti sportelli e servizi: “Insieme contro il disagio”, lo sportello contro le droghe “Parliamone insieme”, il percorso di mutuo – aiuto per gli insegnanti sulle problematiche dell’infanzia e l’attività di mediazione rivolta ai 160 studenti stranieri per agevolarne l’integrazione. Questi ultimi non sono che l’inizio, dato che in agenda c’è la volontà di potenziare sia il sostegno agli alunni diversamente abili e normodotati, anche attraverso l’avvio di un progetto di musicoterapia, che i programmi di sviluppo relazionale e cognitivo come “Nati per Leggere” e “Nati per la Musica” “.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }