REGIONE LAZIO, VIA LIBERA IN COMMISSIONE A PIANO TRIENNALE COOPERAZIONE

La commissione Piccola e media impresa, commercio e artigianato del Consiglio regionale del Lazio, presieduta da Francesco Saponaro (Lista Polverini), ha approvato all’unanimità il “Piano triennale per la Cooperazione – annualità 2011-2013”, con uno stanziamento di 9,08 milioni di euro. La proposta di deliberazione consiliare passa ora all’esame dell’Aula per la sua approvazione definitiva.

I fondi serviranno a raggiungere gli obiettivi specifici del Piano e a predisporre gli adeguati strumenti operativi: 1) implementare il Fondo speciale per la promozione ed il sostegno alla cooperazione; 2) rinnovo della Consulta regionale; 3) creazione dell’Osservatorio regionale per la cooperazione; 4) rinnovo del Nucleo di valutazione; 5) creazione dell’Albo regionale delle cooperative.

Francesco Saponaro, nel presentare il provvedimento alla commissione, ha sottolineato l’importanza del mondo della cooperazione all’interno del tessuto economico regionale, per la sua forte valenza sociale. “Per questo – ha aggiunto Saponaro – ritengo che i fondi stanziati siano troppo esigui e spero che possano essere implementati durante l’assestamento di bilancio”.

Auspicio condiviso anche da tutti gli altri membri della commissione presenti alla seduta odierna. In particolare, la vicepresidente Annamaria Tedeschi (Idv) ha proposto a tutta la commissione di redigere insieme un emendamento da presentare in fase di assestamento, al fine di integrare la somma stanziata. “Si tratta – ha spiegato Tedeschi – di un settore che, oltre ad avere un ruolo importante nel tessuto economico-finanziario dell’economia regionale, possiede anche una forte valenza sociale e, pertanto, va sostenuto con convinzione, soprattutto in un momento di crisi come quello attuale”.

Anche il consigliere Mario Mei (Api) ha dichiarato di voler sostenere l’aumento dello stanziamento in assestamento, invitando la Regione anche ha evitare la dispersione di fondi, causata, a suo avviso, da “un sottile confine tra cooperative e piccole e medie imprese”. “Occorre – ha detto Mei – coinvolgere tutti allo stesso modo, soprattutto nelle politiche di sostegno all’internazionalizzazione e di contributi alla formazione”.

Secondo il consigliere Nicola Illuzzi (Lista Polverini), oltre agli incentivi economici, occorre aiutare imprese e cooperative attraverso lo snellimento delle procedure burocratiche che, ha precisato, spesso rallentano le loro attività invece che agevolarle.

Nel corso della stessa seduta, la commissione ha dato parere favorevole all’unanimità anche allo schema di delibera di Giunta concernente lo Statuto del Consorzio per lo sviluppo industriale di Frosinone. Al termine della seduta, il presidente Saponaro ha espresso soddisfazione per il lavoro che la commissione ha svolto in questo primo anno. “Abbiamo approvato molti provvedimenti importanti all’unanimità, come ad esempio il Prae, la legge sullo Sba e il programma per l’internazionalizzazione delle Pmi. Dobbiamo proseguire con questo spirito e mettere mano al più presto ad altre due importanti tematiche: la riforma della normativa sul commercio e l’evoluzione dei distretti industriali verso un sistema di reti di imprese”.

Comments are closed.

h24Social