CI “PROVA” CON LA PM, AVVOCATO CONDANNATO

Attrazione fatale non corrisposta da parte di un avvocato nei confronti di una pm. Così il legale è stato condannato dalla Cassazione per oltraggio a un magistrato in udienza a pagare 140 euro di ammenta, 2500 euro di risarcimento oltre alle spese legali. Il fatto era avvenuto al termine di un processo dopo le arringhe difensive. L’avvocato aveva provato un approccio sempre più spinto nei confronti della pm che però aveva rifiutato. Da lì la denuncia, inizialmente per molestie, viste le insistenze dell’uomo.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social