NUOVO RADAR MILITARE PER POTENZIARE LA DIFESA AEREA A BORGO SABOTINO

Il radar FADR per la Difesa Aerea

Nuovi impianti radar per potenziare la rete operativa dell’Aeronautica militare italiana ed integrarla ancora di più nella catena di comando, controllo, comunicazione ed intelligence dell’alleanza atlantica. E uno di questi verrà installato presso il centro meteorologico dell’Aeronautica di Borgo Sabotino. Dodici in tutto i sistemi Fixed Air Defence Radar (Fadr) RAT31-DL commissionati alla Selex Sistemi Integrati, società del gruppo Finmeccanica, e già in via d’installazione in altrettanti siti dell’Ami sparsi in tutta Italia. “Si tratta di un progetto dall’alta valenza tecnica, importante per la sicurezza aerea nazionale e necessario per migliorare la nostra efficienza militare – ha spiegato il generale Mario Renzo Ottone, comandante del Coa, il Comando operazioni aeree nazionali e del Combined Air Operations Center della Nato.

“Il RAT31-DL è stato sviluppato per rispondere ai futuri bisogni della difesa, dove la superiorità delle informazioni e dei comandi giocherà un ruolo sempre maggiore” – è scritto sulla brochure di Selex Sistemi Integrati. “Il sistema ha eccellenti capacità di scoprire e tracciare i segnali radio a bassa frequenza di aerei e missili, può supportare diverse funzioni come la difesa da missili anti-radiazione e da contromisure elettroniche. In Italia, il Fadr consentirà di controllare anche la presenza dei missili balistici, comunicherà con gli altri punti di controllo nazionali e della Nato e apporterà grandi elementi di innovazione, tra cui un migliorato telecontrollo e telediagnosi, riducendo quindi la necessità di personale, con un occhio anche alla riduzione dei costi di gestione”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social