OMICIDIO GABRIELE NALE, CONTESTATE LE DICHIARAZIONI DEI PASSEGGERI DELL’AUTO PIRATA

La sentenza di primo grado, per omicidio colposo, omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza, nei confronti di Viorel Gabriel Balescu doveva arrivare oggi pomeriggio ma il giudice si è riservato su una richiesta della difesa ed ha rinviato all’8 giugno il processo. Un milione di euro la richiesta della parte civile. Balescu, 27enne di orgine romena, fu arrestato dalla Polizia come il pirata della strada che travolse e uccise il 18enne Gabriele Nale mentre transitava a bordo del suo scooter: all’incrocio tra Piazza Roma e via Cesare Battisti, proprio davanti alla Questura di Latina. Decisive ai fini dell’indagine furono proprio le immagini del circuito di video sorveglianza della struttura di Polizia. Dopo l’impatto il 27enne, in compagnia di altri due uomini, fuggì senza prestare soccorso.

Gabriel Viorel BALESCU

I legali di Balescu, che hanno chiesto il rito abbreviato per il loro assistito, hanno sollevato una questione di inammissibilità sulle dichiarazioni presentante proprio da questi ultimi due riguardo alla ricostruzione di quella sera e al successivo riconoscimento. Il giudice per l’udienza preliminare Nicola Iansiti ha preso atto della richiesta e si è riservato rinviando nel contempo il processo all’8 giugno quando potrebbe esserci una svolta decisiva.

***ARTICOLO CORRELATO*** (VIDEO – Latina, arrestato il pirata della strada ma il 18enne non ce l’ha fatta – 18 agosto 2010 -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Torna in carcere il pirata della strada, rintracciato un secondo passeggero – 20 agosto 2010)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Latina, il pirata ai domiciliari – 27 novembre 2010 -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]