MOLESTA LA EX FIDANZATA E TENTA DI INVESTIRLA, CONDANNATO A QUATTRO MESI E SCARCERATO

AGGIORNAMENTO – E’ comparso nel pomeriggio in aula, presso il Tribunale di Gaeta, il quarantenne di Sabaudia, Giulio P. che i carabinieri della Radiomobile della Compagnia di Formia nella serata di ieri hanno tratto in arresto per “stalking”, dopo l’ennesimo atto intimidatorio nei confronti della ex fidanzata, che solo grazie al tempestivo intervento dei militari non è sfociato in tragedia. L’uomo, difeso dall’avvocato Fabrizio Di Cesare, dopo la convalida dell’arresto, è stato processaro con rito abbreviato e condannato a quattro mesi di detenzione, pena sospesa. Il pm in aula aveva chiesto una condanna a sei mesi oltre alla misura degli arresti domiciari.

Secondo la ricostruzione portata in aula dai carabinieri, l’uomo, al momento dell’arresto, aveva posto l’ennesimo pedinamento nei confronti della ex compagna, decidendo poi, in preda a deliri di violenza, di investirla insieme alla sorella nei pressi dell’abitazione da cui era appena uscita. Solo la tempestiva reazione della donna,  evitava il peggio.

Sul posto,  interveniva prontamente una pattuglia, che procedeva ad identificare e fermare il giovane, portandolo successivamente al Comando di piazza Caduti di Nassirya. E’ proprio nella sede della Compagnia che la giovane ha voluto sfogarsi, raccontando una serie di atti intimidatori, minacce, sms, telefonate che il suo ex fidanzato faceva da circa un anno, dopo che la relazione dei due si era interrotta.

Con l’intervento di ieri è stato quindi posto termine ad una serie di condotte che sarebbero potute sfociare in atti più gravi delle semplici molestie, già di per sé tali da incutere uno stato d’ansia nelle giovani vittime. L’arresto dello stalker formiano è già il quarto operato dalla Compagnia di Formia dall’inizio dell’anno.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social