VIOLENZA SESSUALE SU UNA MINORENNE, NUOVA ORDINANZA PER IL 64ENNE DI PONTINIA

AGGIORNAMENTO – Dopo che ieri era stato sottoposto agli arresti domiciliari, nuovo provvedimento di custodia cautelare, questa volta in carcere, nei confronti del 64enne, A.C., di Pontinia accusato di violenza sessuale su una ragazzina di dodici anni. Questa mattina, infatti, i carabinieri del locale comando stazione, su ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari Gregorio Capasso, hanno eseguito la nuova ordinanza. L’uomo, molto noto in città in quanto rappresentante Aido e membro attivo Avis, secondo l’accusa, nel 2010, aveva palpeggiato nella parti intime, e tentato di baciare, una giovanissima di Pontinia. L’episodio si sarebbe verificato nell’ambito dell’Azione Cattolica a cui entrambi erano iscritti e da cui poi la giovane avrebbe fatto capire ai genitori di voler uscire. Da lì i sospetti del padre e della madre che, successivamente, avrebbero intercettato un messaggio dell’uomo alla bimba teso a scoprire, secondo l’accusa, se la ragazzina avesse rivelato il fatto ai genitori.  Il Giudice, condividendo le indagini dei militari dell’Arma protrattesi per sei mesi su una iniziale denuncia della famiglia della bambina, ieri aveva emesso la prima ordinanza di custodia cautelare al regime degli arresti domiciliari. Questa mattina, forse anche alla luce di un episodio analogo avvenuto dieci giorni fa e per cui l’uomo sarebbe stato nuovamente denunciato, il provvedimento di custodia cautelare in carcere.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social